Egregia redazione,

vorrei raccontare un episodio che si è verificato nei pressi del municipio che spero sia interpretato nella giusta maniera e faccia sorridere i protagonisti, come ha fatto sorridere me.

E’ mattina, parcheggio l’auto nei pressi della ex caserma Passalacqua insieme a mio figlio di 8 anni, per andare a fare colazione al bar. Sto scendendo dalla macchina quando arriva a parcheggiare al mio fianco il sindaco Massimo Berutti, che scende e si allontana senza mettere il tagliando del parcheggio.

Forse è andato ad acquistarlo, o forse si è recato per pochi minuti in municipio, non lo so, fatto sta che quando scendo, mio figlio dice: “Mamma ma non metti il tagliando del parcheggio?” ed io un po infastidita rispondo “se non lo mette il Sindaco non lo metto nemmeno io”

Stiamo per andare al bar a fare colazione quando – sempe nei pressi del Comune – arriva Paolo Ronchetti di gran furia che se ne va in Municipio tutto di corsa.

“Ma dove va con tutta questa furia?” – dico ad alta voce – e mio figlio candidamente risponde: “Va in Municipio a fare il mazzo al Sindaco!”

Lettera firmata

 13 novembre 2012