Aggiornamento ore 16: L’intensità delle precipitazioni che nel corso della tarda mattinata e delle prime ore del pomeriggio hanno interessato il Piemonte sta riscontrando una marcata attenuazione.

Il bollettino previsionale emesso alle ore 13 dal Centro funzionale regionale ha abbassato il livello di criticità da moderata ad ordinaria su tutte le zone di allerta.


Limitate sono state le segnalazioni di danni pervenute, che hanno riguardato fenomeni di dissesto (ridotti allagamenti e locali smottamenti lungo i versanti) nelle province di Novara, Biella e Alessandria.

La sala operativa della Protezione civile regionale continuerà l’azione di monitoraggio degli effetti del maltempo fino alle ore 24. Le strutture presenti sul territorio continuano le attività di osservazione ed alcune squadre di volontari stanno intervenendo localmente con mezzi speciali, in particolare per la rimozione di detriti.

Aggiornamento alle 10,30 di mercoledì: il maltempo ha causato il rovesciamento di un camion di pesticidi sull’ A/26 (vedi articolo a parte) ma per fortuna non sono stati rilevati danni ambientali, in quanto il carico é rimasto integro.

Aggiornamento alle ore 8 di mercoledì 28: Piove con molta intensità ormai da molte ore, ma il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco assicura che al momento, per fortuna,  non sono state ancora segnalate particolari criticità. Nessun problema, per ora, ai fiumi che scorrono in provincia.

**************   

Lo stato di allerta è stato lanciato dall’Arpa Piemonte alle 17,07  di martedì per livelli di moderata criticità idrogeologica ed idraulica per diversi fiumi e diverse zone della regione, fra cui tutto il bacino del Bormida nell’acquese e ad Alessandria, nonché nella zona del casalese per gli altri fiumi. La “moderata criticità” é il secondo dei tre livelli di allerta: il più grave é quello di “elevata criticità” mentre il primo livello di allarme é quello di “ordinaria criticità”.

“Le precipitazioni attese nelle prossime 36 ore – scrive l’Arpa – saranno intense e persistenti in particolare nella fascia orientale. A partire dalla giornata di giovedì le piogge sono previste in attenuazione e in esaurimento dalla serata. Le forti precipitazioni determineranno una crescita dei livelli dei corsi d’acqua con possibili locali allagamenti ed isolati fenomeni franosi. I corsi d’acqua del settore orientale della regione e in particolare Sesia, Bormida e relativi affluenti potranno determinare locali fenomeni di esondazione. Sui settori sopraindicati sono state allertate le strutture di Protezione civile al fine della loro eventuale attivazione secondo le modalità previste dalle singole pianificazioni, mentre sul restante territorio regionale, in conseguenza all’avviso meteo ed alla valutazione di criticità ordinaria, è stata attivata la vigilanza meteoidrorologica.”

La Protezione civile regionale invita a seguire con particolare attenzione l’evoluzione della situazione, riferendosi alle misure precauzionali e di informazione previste nei piani comunali di emergenza ed agli aggiornamenti che potranno essere diffusi attraverso le Comunicazioni Istituzionali.

 Sul sito dell’Arpa (http://www.arpa.piemonte.it/) l’aggiornamento in tempo reale sulla situazione generale.
Non si tratta per ora, di una situazione di allarme ma solo di allerta meteo per moderata criticità. Insomma, bisogna fare attenzione.
Per quanto ci riguarda, vi terremo aggiornati nel caso si verificassero particolari situazioni locali. Di seguito il bollettino di allerta dell’arpa.
27 novembre 2012