I Carabinieri di Castellazzo Bormida hanno denunciato per inosservanza della misura di prevenzione del divieto di ritorno in quel Comune, un giovane di 23 anni cittadino romeno, residente in provincia di Asti.

I Carabinieri di Felizzano, invece, hanno denunciato per simulazione di reato e false attestazioni rese a Pubblico Ufficiale un uomo di 58 anni residente a Vercelli che raccontava ai militari di aver subito un furto di denaro ed effetti personali avvenuto nella stessa giornata mentre si trovava presso la stazione ferroviaria di Felizzano.


L’attività investigativa posta in essere dai militari operanti ha permesso di accertare che il furto non era mai avvenuto e che l’uomo nella circostanza aveva fornito false generalità. Sconosciuti i motivi del gesto.

I Carabinieri di Alessandria, infine, in esecuzione ad ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica Vincenzo Insalata, 58enne residente in città.

L’interessato, al termine della formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Alessandria dove sconterà la pena di mesi nove di reclusione derivanti dalla consumazione dei reati di per tentato furto con strappo e lesioni personali commessi in Alessandra nell’ottobre del 2005 per i quali è stato condannato con sentenza passata in giudicato.

 21 novembre 2012