Situazione sempre più grave a Tortona per quanto riguarda la crisi: sempre più famiglie chiedono alla Caritas pacchi alimentari per sopravvivere sempre più famiglie dilatano i tempo di pagamento delle bollette del gas metano.

E’ di oggi la notizia che a livello nazionale la spesa delle famiglie ha segnato un -4% con previsioni di ulteriore peggioramento. La crisi, l’austerità ed il rigore stanno segnando l’economia domestica di sempre più persone con ripercussioni pesantissime. Si spende sempre meno e si hanno sempre meno soldi da spendere anche perchè l’incidenza dei costi correlati ad un bene primario come la casa e’ passata da un peso del 28,4% nel 2010 al 31,1% per il 2012.

Una situazione che si sente anche a livello locale: un’ impennata frutto dei rincari delle bollette di luce e gas, della tassa IMU, del peso per il mutuo o per l’affitto, che porta la quota di spesa per l’abitazione oltre la soglia limite di sostenibilità per un numero sempre più crescente di persone, in certi casi fino ad assorbire oltre il 40% del reddito nelle fasce più deboli.

E riuscire a fare la spesa regolarmente diventa sempre più un problema per un numero ogni giorno maggiore di famiglie anche nel nostro territorio, come ci segnala Moreno Baggini, vice presidente alla Caritas di Tortona, dove si sta registrando un aumento delle richieste di aiuto tramite il pacco viveri alimentari, un allarmante sintomo del riaffacciarsi di una vera e propria povertà materiale.

Baggini è categorico al riguardo: “Ora più che mai si rende necessaria una cooperazione tra tutti gli operatori nel sociale a Tortona, dobbiamo coordinarci ma soprattutto è sempre più necessaria una stretta collaborazione tra pubblico e privato. Il volontariato non può farsi carico anche della parte che spetterebbe ad altri Enti. Dobbiamo coordinarci con tavoli di lavoro, e soprattutto, uscirne con soluzioni pronte in mano.”

Dal lato delle utenze domestiche, una ulteriore conferma alle crescenti difficoltà del territorio viene da Chiara Gas, azienda che copre il 90% delle utenze operando su Tortona, Valenza ed una ventina di comuni limitrofi. Stefano Guazzo, amministratore delegato della società, al riguardo ha commentato: “Nel corso dell’ultimo anno si è registrato un fenomeno significativo, il progressivo allungamento nei tempi di pagamento delle fatture, anche su utenti che sono sempre stati puntuali in passato. E sempre più spesso il saldo arriva solamente dopo il sollecito di pagamento. Ci rendiamo conto che in certi momenti onorare una bolletta rappresenta un vero sforzo economico per i nostri clienti. Lo sportello di Chiara Gas è sempre disponibile per venire incontro alle difficoltà con la massima comprensione ed elasticità.

Annamaria Agosti

 2 ottobre 2012