Sabato 6 Ottobre sarà una giornata di mobilitazione nazionale per la difesa delle ferrovie locali e del trasporto pubblico locale: a Roma, si svolgerà la prima Assemblea nazionale dei comitati pendolari, delle associazioni dei consumatori e delle associazioni ambientaliste, dal titolo: “Il trasporto pubblico è ancora un diritto dei cittadini?”

Il servizio ferroviario regionale soffre in Italia forti criticità derivanti da decenni di investimenti insufficienti, cui, nelle ultime stagioni, si è aggiunto il taglio di spesa sui trasferimenti, che ha generato tagli di linee, soppressioni di corse e poi gravi carenze in termini di pulizie, manutenzioni, carenza di scorte, le quali, inevitabilmente, si traducono in minore affidabilità e puntualità delle corse che in questi ultimi mesi sono diventate un calvario per centinaia di migliaia di pendolari italiani.

A sostegno di ciò in Piemonte ci saranno diverse manifestazioni parallele in varie località in difesa delle ferrovie dismesse e sostituite con bus. Un autobus che corre parallelo ai una linea ferroviaria chiusa non ha senso. L’autobus integra il servizio ferroviario, non può sostituirlo. Ricordiamo come i tempi di percorrenza dell’autobus rispetto al treno siano aumentati, per il fatto di avere un percorso più lungo e non dedicato, dunque soggetto alle incognite del traffico stradale (code, incidenti, deviazioni, ecc.). Crediamo sia’ possibile avere una gestione di esercizio piu’ economica di queste linee ferroviarie dimezzando anche l’attuale costo/Km e per questo auspichiamo l’intervento di aziende private tipo Arenaways.

La Regione Piemonte dovrà quanto prima ripristinare il servizio ferroviario su tutta la rete dismessa a giugno 2012 (si tratta del 24 % della rete RFI in Piemonte, pari a 460 km!).

Le nostra manifestazione “IN TRENO E’ MEGLIO” partirà dalla stazione di Alessandria alle ore 13 con l’incontro con i viaggiatori e studenti delle corse sostitutive con bus per Nizza Monferrato delle ore 13.40 e Ovada delle ore 13.42. Viaggeremo con loro sul bus verso Ovada ascoltando le diverse esigenze e problematiche emerse soprattutto in questo primo mese dalla riapertura delle scuole.

Alfio Zorzan – Associazione Pendolari dell’Acquese

 5 ottobre 2012