“Un incontro positivo quello con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, adesso attendiamo possibili sviluppi che speriamo positivi.”

Questo il commento a caldo del sindaco di Alessandria, Maria Rita Rossa al termine dell’incontro a Roma che si è tenuto stamattina a Palazzo Chigi l’incontro tra il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, e il primo cittadino per discutere delle richieste del Comune di Alessandria in relazione alle procedure di dissesto dell’Ente.


Il Sindaco era accompagnata dal Ministro della Salute, Renato Balduzzi, che ha compreso e sostenuto le ragioni e la peculiarità del “caso Alessandria”, primo capoluogo di provincia che si trova ad affrontare il dissesto con la nuova normativa prevista dall’art. 6 del Decreto legislativo 149/2011.

Il Sindaco e il Ministro, accompagnati dal Capo di Gabinetto del Sindaco, Ezio Brusasco, sono rimasti a colloquio con il sottosegretario per oltre un’ora e mezza.

Al Sottosegretario sono state esposte le richieste più urgenti, già rese note dal Sindaco nei giorni scorsi: riscossione di crediti statali, anticipo del trasferimento dell’addizionale IRPEF, trattenuta di una quota maggiore della terza rata dell’IMU.

“Abbiamo rappresentato il quadro di una città che sta facendo sacrifici – ha dichiarato il sindaco Maria Rita Rossa – e che è pronta a rimettersi in cammino, ma abbiamo fatto richieste concrete che possano riavviare lo sviluppo, per evitare che la città muoia”.

“Si è trattato di un incontro molto positivo – ha dichiarato il primo cittadino al termine della riunione – abbiamo trovato grande attenzione e interesse. Abbiamo esposto le anomalie di una legge che richiede aggiornamenti, anomalie che abbiamo rilevato per primi in quanto siamo i primi a scontarle sulla nostra pelle. Nei prossimi giorni seguiremo con i vari Ministeri coinvolti gli iter necessari, con una tempistica molto stretta, che ci permetta di dare al più presto risposte agli alessandrini”.

La delegazione alessandrina è entrata a Palazzo Chigi dall’ingresso principale: “la presenza e l’appoggio del Ministro Balduzzi, che ringrazio per il sostegno-  ha concluso il Sindaco- ha permesso che si comprendesse appieno la particolarità della nostra situazione” .

21 settembre 2012