Parte oggi il nuovo appuntamento con lo Speciale Immobiliare, redatto da Glenda Colaninno, titolare dell’agenzia immobiliare ProntoCasa, di Via Lanza 19 Alessandria. Triovate il Link anche in Home Page nella sezione “link utili”

***************

In questi mesi cercheremo di capire insieme l’andamento del mercato, le nuove disposizioni in materia, gli obblighi e le detrazioni possibili.

Essendo questo il primo appuntamento partiamo con una bella notizia: dopo quattro trimestri consecutivi di cali, il mercato immobiliare italiano torna a mostrare nel terzo trimestre 2011 un segno positivo.

Il dato è stato pubblicato dall’agenzia del territorio. l’intero settore immobiliare ha registrato un aumento pari all’1,6%

Il motivo principale è lo sconto, in base alle rilevazioni effettuate tra 1.524 agenti immobiliari sparsi su tutta la penisola. secondo i sondaggi effettuati solo il 2,9% dei proprietari riesce a vendere al prezzo rischiesto in partenza, di fronte al rallentamento delle compravendite un numero sempre più alto di proprietari affila i prezzi e cerca in questo modo di accaparrarsi gli acquirenti che vogliono e possono comprare davvero e di conseguenza la maggior parte di essi (37%) conclude con uno sconto compreso tra il 10 e il 20% e settembre è stato il mese con il numero maggiore di case scontate dall’inizio dell’anno

PIU’ BASSI SONO I PREZZI MAGGIORE E’ LO SCONTO

C’è da sottolineare un aspetto importante, indipendentemente dai numeri e dalle statistiche, ovvero che più bassi sono i prezzi, più aumenta lo sconto.

Questo conferma una tendenza già rilevata da tempo: il mercato si è polarizzato fra prodotti “premium”, i cui prezzi tengono o crescono, e un offerta di fascia bassa dove il prezzo è la variabile più importante.

Da sempre il mattone è al primo posto delle spese degli italiani, molti acquistano immobili per avere poi una rendita derivante dall’affitto. Anche in questo settore, si sta delineando sempre più, una netta divisione.

Parlando nello specifico della città di Alessandria, nell’ultimo anno vi è stato un brusco calo di richieste verso quegli alloggi che fino a poco fa, venivano letteralmente “bruciati” dai clienti.

Stiamo parlando di bilocali arredati, in zone centrali della città, ristrutturati e con un buon arredamento. La richiesta era intorno ai 450 euro

Oggi questi alloggi rischiano di rimanere sfitti per diversi mesi. Perchè i clienti che arrivano in agenzia, appartengono a due tipologie ben distinte: la prima è formata da single, persone che si stanno separando, studenti o lavoratori a tempo determinato. Essi cercano affitti contenuti, si accontentano di un arredamento magari non proprio nuovo ma l’importante è rimanere dentro ad un budget di € 350.

L’altra tipologia di clienti invece è all’opposto: è gente che vuole un alloggio di un certo prestigio, che molte volte non ha limiti di spesa, che cerca la cosa bella; sono spesso dirigenti di aziende che operano nella provincia, sono professionisti che vogliono un punto d’appoggio in città, sono giovani coppie che provano a vivere insieme. Tutti comunque cercano il bello, le finiture di pregio e le comodità.

SI ABBASSANO I PREZZI DEGLI ALLOGGI “MEDI”

In questo modo gli alloggi “medi” fanno più fatica e l’unica soluzione è abbassare il prezzo e cercare inseme di trovare un valido inquilino, E’ importante, quando si affitta un immobile, pensare che è sempre meglio prendere qualcosa meno di canone mensile, ma avere inquilinI seri: una persona che tiene bene l’alloggio innanzitutto, ma anche che paghi l’affitto e le spese di sua competenza.

Quando si riescono a trovare queste caratteristiche, il prezzo della locazione non è poi così importante, rispetto ad eventuali problemi che possono derivare da inquilini morosi, magari irreperibili, che rovinano l’alloggio o che ci lasciano bollette esose da pagare, oltre al danno di un mancato affitto quindi anche la beffa.

Per concludere, si ricorda che dal 1º gennaio 2012 scatta l’obbligo della certificazione energetica. per vendere o affittare casa sarà necessario esibire l’attestato che certifica la prestazione energetica dell’immobile. le classi sono 8 e vanno da a+ alla g.

Inoltre per tutti gli annunci commerciali di immobili in vendita o affitto, di edifici o singole unità immobiliari sarà obbligatorio indicare l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica dell’immobile (ace)

Presso gli uffici di Via Lanza 19, tutti i clienti e i lettori potranno usufruire della consulenza di un tecnico abilitato per le certificazioni con un prezzo convenzionato.

Glenda Colaninno