Si completa la gamma di servizi doganali offerti dalla “Città della Logistica” tortonese: l’Interporto di Rivalta Scrivia si è dotato di un nuovo presidio per le verifiche igienico-sanitarie sulle merci di provenienza dai paesi extra europei dove opereranno, a regime, un medico specialista in Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica e due Tecnici della Prevenzione.

La nuova struttura diventata operativa nei giorni scorsi ed è in grado di garantire l’intera gestione del ciclo distributivo operativo e la conduzione diretta di tutte le attività di movimentazione delle merci – grazie all’accordo siglato con USMAF – Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera – strutture direttamente dipendenti dal Ministero della Salute dislocate omogeneamente sul territorio nazionale.


Per consentire l’avvio dell’attività del nuovo presidio sanitario, l’ASL della Provincia di Alessandria ha messo a disposizione da subito tre Tecnici della Prevenzione per svolgere il servizio di vigilanza igienico-sanitaria, cogliendo la rilevanza strategica per lo sviluppo delle infrastrutture logistiche piemontesi.

27 novembre 2011