Pur con cautela, per il momento attuale e per quanto può essere in corso per individuare con chiarezza le responsabilità dei singoli, ritengo di dover esprimere quanto segue.

Con la presente, a titolo personale e a nome di tutto l’Istituto che mi onoro di dirigere, manifesto tutto il biasimo possibile verso chi ha messo in atto un comportamento del tutto disdicevole e scriteriato in occasione dell’ultimo giorno di lezione, il 9 giugno scorso, attentando alla riuscita di un momento che deve essere sereno e di festa, alla conclusione di un anno di lavoro. Con la dovuta necessità di far luce sull’accaduto, e di dare a ciascuno la responsabilità individuale delle proprie azioni, è comunque biasimevole la partecipazione ad azioni volte a portare offesa o danno ad altri.

E soprattutto va considerato come la condotta di pochi screanzati abbia inficiato l’azione industriosa della stragrande maggioranza che non deve sentirsene assolutamente ridimensionata, semmai vittima di questi e di chi esprime giudizi senza soppesare con spirito critico la situazione.

Contemporaneamente manifesto tutto l’appoggio doveroso e senza limite alcuno a tutti coloro i quali hanno operato positivamente anche durante tutto quest’anno scolastico: Personale Docente e Non docente, Studentesse e Studenti, Famiglie che con costante impegno, abnegazione e onestà hanno operato per la crescita del nostro futuro, costituito dalle nostre allieve e dai nostri allievi, ottenendo risultati di prestigio in Città e non solo.

Congiuntamente rinnovo la solidarietà nei confronti della Dirigenza, dei Docenti, delle Alunne e degli Alunni del Liceo Peano di Tortona, offesi in un momento di civile e meritato festeggiamento, ai quali, a nome di tutto il nostro Istituto, offro collaborazione e disponibilità anche nell’intento di fare chiarezza sull’accaduto.

                                                                                Il Dirigente Scolastico 

congiuntamente con il Consiglio d’Istituto dell’I.I.S. “Guglielmo Marconi”