La nostra provincia vanta di prestigiosi pittori Con l’alessandrina Dina Bellotti pittrice dei Papi ecco ora la valenzana Ninni Verga autrice di tanti dipinti raffiguranti i momenti più salienti dell’Arma dei Carabinieri: dai calendari distribuiti ogni anno ad altre rappresentazioni d’altissimo livello

“I Carabinieri meritano una cura particolare”, è il pensiero di Ninni espresso durante un’intervista.

L’affermazione merita di soffermare l’attenzione a quel giorno quando, la nostra pittrice, ha iniziato l’attività; successivamente nel suo studio di Roma, in piazza Navona nel momento in cui era frequentato da parecchi allievi, addirittura una cinquantina, attorniati da modelle e modelli.

La critica, i concorrenti non sono stati generosi con la nostra Ninni, da una parte perché ha osato rappresentare .. il vero volto della Benemerita…; dall’altra, forse, un po’ di invidia per le sue creazioni.

Gli eventi, a lungo termine, le hanno dato ragione finché un giorno visita la sua esposizione un giovane ufficiale dell’Arma: Carlo Alberto Dalla Chiesa, magnificamente sorpreso dalla sua bravura.

Il primo passo per essere scelta quale pittrice ufficiale dei Carabinieri.

I suoi Carabinieri non hanno un volto marcato, non c’è un’identità fra un figura e l’altra, piuttosto s’intravedono visi sfocati, sfumati, altri appena accennati, indistinguibili gli uni dagl’altri: eppure tutti hanno un qualcosa di diverso, di personale proprio per porre in risalto l’insieme della struttura compositiva, celata attraverso la riservatezza.

I suoi lavori sono esposti nelle più importanti città italiane, europee, del globo: in particolare ha segnato la sua sensibilità di pittrice la mostra aperta a Castel Sant’Angelo, nella Capitale, dedicata alla Difesa, tenuta sotto l’elegia del Presidente della Repubblica, visitata dalle più alte cariche dello Stato, nonché dal Senatore Giovanni Spadolini; ognuno ha dimostrato entusiasmo per i suoi quadri.

La soddisfazione maggiore per Ninni è l’insieme dei suoi dipinti collocati nelle Caserme, negli uffici degli Alti Comandi, nelle case private, ancor più nel Museo Storico della Benemerita a Roma, visitato da parecchie migliaia di persone.

Ninni è arrivata a Valenza avanti con gli anni, nella città ove s’è maritata la figlia, per seguire gli affetti familiari, attorniata dai nipoti, vive fra i colori, le tele, i pennelli oggetti per i quali ha impostato l’intera sua esistenza.

A tutti noi non resta che darle il benvenuto, essere fieri di aver fra noi una persona di sì alto prestigio.

                                                                                         Franco Montaldo  

Foto tratta da lastampa.it