Quella che andiamo a raccontare oggi é una bella storia estiva, di quelle che fanno davvero piacere e vede protagonista un giovane cantante ventenne, LilSea, che decide di fare il servizio civile e viene utilizzato come educatore, ma lo fa in modo davvero eccezionale che riscuote tantissimi complimenti.

Lavora con i bambini e ha una pazienza infinita e un giorno, fra i tanti piccoli del Centro estivo a cui deve badare, conosce il figlio di una tortonese, in cui si rivede fisicamente quando era bambino.


“E’ perfetto per realizzare il video della mia ultima canzone” pensa, e chiede gentilmente alla mamma del piccolo se può utilizzarlo per il suo video.

Ne esce un prodotto di alta qualità col bambino che, pur essendo una delle prime volte che si esibisce davanti alle telecamere, sembra un attore nato.

Impossibile non parlare di questo piccolo evento. Lo ha fatto Viviana Ferentilli con l’articolo che pubblichiamo di seguito, dove, alla fine potete anche vedere il video in questione.

*******************

È un educatore e lavora con i bambini e ha una pazienza infinita. E poi canta pezzi rap  che scrive da sé.
Poi c’è Mario anzi per gli amici Marietto che di anni ne ha sei e mezzo e trascorre le sue giornate divertendosi al centro estivo. E poi canta pezzi rap che scrive da sé.
Marino Artuso in arte LilSea, classe 2000 di origini ligure, ha vissuto fino all’età di sei anni ad Albenga, per trasferirsi a Boissano un paesino tra le colline dove conserva i ricordi più belli della sua infanzia. Dal 2011 per ragioni lavorative dei suoi genitori si trasferisce a Savona. Frequenta il liceo artistico, ama disegnare ma a detta sua poi non è così bravo.
Ha una passione per le materie artistiche, a 14 anni si avvicina al teatro e alla recitazione.  Riesce con la mimica del suo viso a mettere in risalto le emozioni. Ma il suo cuore batte per la musica e per la canzone.
Esordisce con un gruppo gli “ OLQ3”. L’esperienza del gruppo è importante ma decide circa un anno fa di staccarsi da loro  e dal   produttore  Brooklyn.
Inizia la sua crescita musicale facendo la direzione artistica in uno studio di Borghetto Santo Spirito insieme a un artista ligure Dunbo. Intanto continua a scrivere i suoi pezzi.
LinSea nel 2020  pubblica SEI, il suo primo EP. Questo progetto è stato seguito dall’uscita di due nuovi singoli e di un altro EP intitolato PARTENZA.
Con l’estate 2021 esce MALUMOREAbbiamo fatto una lunga chiacchierata, volevo conoscere bene  il testo e il significato della canzone.
Con Malumore LilSea parla di sé, della sua esperienza giovanile.

Le delusioni dei primi amori ma soprattutto di quello che vorrebbe fare “da grande”. È alla ricerca del senso della vita e lo fa ponendosi delle domande e non dando per scontato ciò che ha letto o studiato.

“Siamo noi che dobbiamo dare un senso alla vita che è un dono prezioso. Questo è un pezzo che ho sentito molto”. Dice l’autore. E ancora “E’ un testo molto personale ma anche di denuncia.”
Parla ai giovani, alle difficoltà che spesso hanno di accettarsi e della tentazione di  molti di cadere nell’uso delle droghe. L’anno e mezzo  di  covid ha creato ulteriori disagi, l’impossibilità di frequentarsi, uscire, condividere esperienze, fare sport; alcuni giovani spesso hanno fatto fronte  a questa situazione facendo  uso di tranquillanti. Lui ha riempito le sue giornate con la “sua droga”: scrivere.

Si sente nella voce di questo autore tutta l’emozione di chi vuole crescere e raggiungere obiettivi importanti. Mi dice che mio figlio gli ricorda lui da piccolo e lo vorrebbe come interprete di sé stesso nel video che sta preparando per Malumore. Sono emozionata forse più del piccolo.

Mario si cimenta nei panni di un attore in erba grazie all’abile regia di Bloodhouse e all’immancabile sorriso del suo amico più grande.
Le canzoni non sono solo parole, non sono solo un ritornello da ripetere. Ci devono far divertire ma hanno un significato: lasciamoci emozionare e proviamo a leggerle con gli occhi di chi le ha scritte.

Qui sotto troverete il video integrale della canzone

Buon ascolto!

Viviana Ferentilli

Contenuto non disponibile
Consenti l'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner, oppure scorrendo e navigando la pagina e il sito"