Stai dormendo meravigliosamente nel tuo letto, tra le braccia di Morfeo, quando, all’improvviso, ti senti tutta la faccia bagnata. Ti svegli e ti rendi conto che anche il letto e fradicio e ti domandi se sei sveglia o stai ancora dormendo.

Poi guardi l’orologio: non sono ancora le quattro del mattino. Accendi la luce e soltanto allora ti accorgi che c’è qualcosa che non va: vedi l’acqua cadere dal soffitto, proprio sopra il letto dove stavi dormendo fino a poco prima.

Questo, più o meno, è quello che è accaduto stanotte, giovedì 25 marzo, in un alloggio in viale De Gasperi a Tortona, nel grande caseggiato rosso, di proprietà dell’Agenzia Territoriale per la Casa (nella foto) dove un’inquilina è stata svegliata dall’acqua che le cadeva addosso dal soffitto.



La donna, visibilmente preoccupata per quello che poteva essere accaduto nell’appartamento al piano superiore, ha immediatamente dato l’allarme chiamando il 112.

Sul posto sono subito intervenuti i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Tortona che si sono recati nell’alloggio da cui proveniva la grande perdita, dove abita un’anziana che stava dormendo e non si è accorta minimamente di quello che stava succedendo.

Alla fine si è trattato di un episodio piuttosto banale: un flessibile del bagno si è rotto durante la notte e l’acqua ha iniziato ad uscire a flotti, allagando prima l’appartamento al piano superiore e poi filtrando nella soletta fino a raggiungere la camera da letto dell’inquilina di sotto che si è svegliata.

Ai Vigili del fuoco di Tortona è bastato chiudere il rubinetto vicino al contatore dell’acqua per porre fine al disastro, che verrà riparato da un idraulico in pochi minuti: sarà sufficiente, infatti, sostituire il flessibile dal costo di pochi euro per risolvere il problema, ma non i gravi danni che l’ingente perdita d’acqua ha provocato.

Un “inconveniente” che avrebbe potuto succedere a chiunque e ch’è da chiedersi come mai, con tutta la moderna tecnologia di cui possiamo disporre, non sia stato ancora inventato un sistema che possa ovviare a questi inconvenienti oppure dei flessibili diversi da quelli che utilizziamo ormai da tempo immemorabile.