Solo un breve intervallo, coincidente con le festività natalizie ha scandito gli incontri di formazione della masterclass Avanguardia Digitale, promossa dal RotarAct Club Tortona con il supporto di Rotary Club.

  L’evento di domenica 13 dicembre aveva visto protagonista Elena Barbieri, Archetypal Branding Expert e Docente dell’Università Cattolica di Milano, che aveva illustrato il concetto di “archetipo” nelle le sue dodici tipologie e l’ importanza di queste nelle scelte di comunicazione dei brand.   L’archetipo è la sintesi del modo in cui il marchio viene percepito all’esterno dell’azienda e si articola sulla base dei bisogni fondamentali della clientela: indipendenza, appartenenza, stabilità e cambiamento. Come evidenziato dall’esperta, è necessario quindi che ogni azienda sia consapevole del proprio archetipo, in modo tale da poter definire ed orientare una strategia di comunicazione che  risultati autentica e coerente.

  Nella serata di giovedì 17, invece, Alessandro Stornelli, Digital & Innovation Project Specialist di Ferrari,  ha incentrato il proprio intervento sull’importanza di un approccio improntato all’omnicanalità, ovvero la capacità di gestire in modo sinergico e coordinato i canali di comunicazione con la clientela: una migliore esperienza  d’acquisto permette al consumatore di interagire con l’impresa in modo lineare, “confortante” e, quindi,  continuativo. Questa strategia viene largamente utilizzata, ad esempio, dai brand di cosmetica, che offrono alle clienti la possibilità di visualizzare l’effetto dell’applicazione di prodotti come rossetti e mascara senza doversi necessariamente recare presso lo store, ma,   grazie all’utilizzo virtuale dei filtri dell’intelligenza artificiale, permettono all’utente di valutare quali articoli acquistare, scegliendo la tonalità e l’effetto che più si addice loro.



  L’inizio del nuovo anno ha visto la ripresa a pieno ritmo  degli incontri e domenica 11 gennaio, Lorenzo Artico, Global Community Manager di Oakley, ha spiegato ai partecipanti il ruolo che le community rivestono nel consolidamento del rapporto tra brand e consumatori.  La creazione di una community, fisica o virtuale, equivale ad accorciare le distanze tra  marchio e  clienti, eliminando le barriere e facendo sentire il consumatore direttamente coinvolto, soggetto attivo, ma anche fulcro di una articolata operazione di marketing a lui dedicata.  È dunque fondamentale che le aziende siano consapevole del proprio target, in modo tale da  scegliere i mezzi di comunicazione più adatti, utilizzando le modalità che definiscono uno stile, unico e riconoscibile.

  Entusiasti gli studenti che hanno aderito a questa serie di eventi e che hanno nello studio del marketing uno degli assi portanti del proprio piano di studi: il contatto con esperti di settore di questo livello si traduce in una esperienza che prepara ed anticipa quella concreta “sul campo”ed offre, in più, il brio e la freschezza di relatori che fanno della comunicazione un’arte ed una scienza.

 Teresa Maria BAGGINI – 5^AR Amministrazione, Finanza e Marketing ITIS Marconi