Tre giorni e anche più senza energia e elettrica e riscaldamento per tante famiglie. Sono alcune della gravi conseguenze dei danni causati dalla nevicata di venerdì 4 dicembre, quando a Tortona (e non solo) si sono verificati numerosi episodi di interruzione dell’erogazione della corrente elettrica, sia in città (in particolare nella zona collinare) che nelle frazioni Vho e Mombisaggio-Torre Calderai. Nonostante le tempestive segnalazioni e i numerosi solleciti da parte degli stessi utenti e dell’Amministrazione Comunale, il ritardo nel ripristino del servizio, in alcuni casi anche di giorni, ha provocato ulteriori disagi e problemi.

Gestione ambiente

Per questo motivo la Giunta comunale ha approvato, lunedì 7 dicembre, l’invio di una lettera di diffida alla società Enel E-Distribuzione: “Vi invitiamo formalmente ad attivarvi senza indugio per il ripristino della piena funzionalità degli impianti nelle località e nelle abitazioni del territorio tuttora fortemente penalizzate dalla assenza di energia elettrica e ad attuare le iniziative volte a prevenire per il futuro il ripetersi di quanto accaduto. Con espressa riserva, in difetto, di attuare tutte le più opportune iniziative a tutela della collettività fruitrice dei Vostri servizi”.


Purtroppo – ha dichiarato il Sindaco Federico Chiodi – i gravissimi disagi che sono stati causati durante la recente nevicata sono inaccettabili e senza precedente nei lunghi anni di gestione di Enel della rete pubblica. Auspico che questa società prenda atto delle gravi carenze che anni di politiche di austerity hanno causato, e imposti il proprio lavoro in maniera differente. Non è pensabile che chi gestisce al rete elettrica del nostro Paese non abbia presidi locali e un numero di squadre adeguato ad affrontare le emergenze e che questo appaia evidente in maniera così drammatica ogni qualvolta ci si scosta minimamente dall’ordinaria amministrazione”.