Chi frequenta e frequentava il Teatro civico di Tortona, la ricorderà senz’altro perché era sempre sorridente. Nel Dopo-spettacolo si metteva sempre alla destra del tavolo adibito a rinfresco ed era disponibile con tutti. Parliamo di Donatella Rossini, 58 anni, “Maschera” del Teatro Civico di Tortona da tempo immemorabile e deceduta improvvisamente nella giornata di sabato a causa di un infarto che le ha stroncato la vita.

I funerali sono stati celebrati lunedì sera e ieri, giovedì 6 febbraio, il Teatro Civico con l’attore Sebastiano Lo Monaco, le ha tributato pubblicamente il giusto ricordo.


Terminato lo spettacolo e raccolti gli applausi del pubblico, la compagnia del teatro Stabile di Catania si è fermata qualche minuto e Sebastiano Lo Monaco (come potete vedere nell’immagine in alto) con la braccia conserte sul cuore ha ricordato la figura di Donatella.

Tutte le “maschere” del Teatro Civico, insieme all’addetta alla biglietteria Paola, al responsabile Filippo Arata e al direttore artistico Paolo Zanchin si sono schierati in piedi dietro l’ultima fila della platea e, insieme a tutto il pubblico salutato la loro amica e collega di lavoro: Donatella, in un forte ideale abbraccio.

Una scena toccante, dedicata ad una tortonese che ha sempre lavorato in silenzio e per la quale il teatro rappresentava gran parte della vita.

Donatella, infatti, non era sposata e i parenti più stretti sono cugini ed inoltre lei stessa amava gli spettacoli teatrale, apprezzando in modo particolare proprio Sebastiano Lo Monaco che, per ironia della sorte non ha potuto rivedere sulla scena. Fare la “Maschera” al Civico, per Donatella, non era soltanto un lavoro ma qualcosa di molto, molto più grande.

Chi scrive la conosceva solo superficialmente ma il grande calore con cui tutti i componenti e lo stesso Sebastiano Lo Monaco anche nel Dopo-spettacolo hanno voluto ricordala, fa capire quanto fosse apprezzata da tutti.