Un flashmob il 7 febbraio con un doppio convegno la sera, un incontro per imparare a stare bene con stili di vita sani il 13 marzo e una serata alla presenza di un arbitro di cacio e uno di basket per imparare le “Regole del gioco”.

Queste le tre iniziative allestite dal Derthona basket in collaborazione con le scuole e il Comune di Tortona per migliorare la qualità della vita dei giovani tortonesi e soprattutto dire NO al bullismo.


Le tre manifestazioni sono state presentate stamattina, martedì 28 gennaio, durante un ‘incontro presso la Sala Romita del Comune di Tortona alla presenza del Sindaco Federico Chiodi, dell’assessore all’istruzione Marzia Damiani e del Direttore Generale del Derthona basket Ferenz Bartocci.

“Parliamo di un progetto importante – ha detto il sindaco Federico Chiodi – che evidenzia il valore dello sport attraverso l’educazione pubblica per momenti che coinvolgono anche le famiglie. In qualità di Comune daremo il massimo supporto alle iniziative anche per far emergere il più possibile queste problematiche.

Il primo appuntamento, come detto, sarà in piazza Duomo, verso, venerdì 7 febbraio, giornata contro il bullismo, alle 11 dove convoglieranno tutte le scuole per un flashmob che coinvolgerà anche i giovani del Derthona basket e nel pomeriggio, al teatro civico, due incontri pubblici: il primo riservato ai giovani e, a seguire, uno per i genitori.

“L’idea – ha detto Ferenz Baertocci – è quella di fare squadra coinvolgendo tanti soggetti. Siamo vicini al territorio e con l’Unione si possono fare grandi cose.”