Le Giornate FAI d’Autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Sono giovani perché animate e promosse proprio dai Gruppi FAI Giovani , che anche per quest’edizione hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese. Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città , coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI – Fondo Ambiente Italiano “Ricordati di salvare l’Italia” , attiva a ottobre.

La DELEGAZIONE FAI, Fondo Ambiente Italiano di Tortona aprirà a VILLALVERNIA i seguenti beni:


CHIESA PARROCCHIALE DELL’ASSUNTA – Via Vittorio Emanuele II

CHIESA DEL BORGO ANTICO – Piazza Vittorio Emanuele III

CASTELLO – Piazza Vittorio Emanuela III

L’orario di apertura dei Beni sarà Sabato 12 e Domenica 13 Ottobre dalle ore 10-12 e 15-18

CHIESA PARROCCHIALE DELL’ASSUNTA

La chiesa parrocchiale, sotto il titolo di Beata Vergine Assunta, venne edificata in forme neoclassiche tra il 1841 e il 1848 a spese della comunità. L’edificio fu consacrato nel 1846. L’interno si presenta decorato nella vasta volta ottagonale con i quattro Evangelisti del pittore Adriano Sicbaldi. Dello stesso autore nell’abside un’Ultima Cena e sulla controfacciata il disegno preparatorio per il dipinto raffigurante il bombardamento di Villalvernia del 1° dicembre 1944. In monocromo appena sotto la volta vi sono tre grandi riquadri raffiguranti scene evangeliche, opera di Pietro Mietta di Tortona. Sulle pareti laterali del presbiterio sono visibili due tele della prima metà del XVIII secolo: il Compianto sul Cristo morto e la Vergine con le anime del Purgatorio.​

CHIESA DEL BORGO ANTICO

Dalla primitiva chiesetta, nata forse come modesta cappella per le esigenze religiose del borgo, si passò in epoca rinascimentale alla struttura ancora oggi visibile. All’interno del tempio riposa con la diletta figlia il generale Giuseppe Passalacqua, medaglia d’oro al valor militare, caduto nella sfortunata ma eroica battaglia di Novara del 23 marzo 1849. La struttura della chiesa si compone di quattro bracci coperti a “botte” che convergono verso la cupola sostenuta da quattro archi. Tra la chiesa e la ex canonica è incorporata la torre campanaria in corrispondenza dell’altare maggiore. In prossimità dell’ingresso, sul lato sinistro, una scala, attualmente senza sbocco, è compresa in un avancorpo edificato nel 1869 dalle Suore della Visitazione di Porto Maurizio, divenute proprietarie.

CASTELLO

Sorto come rocca nell’Alto Medioevo, fu ampliato e tra il 1100 ed il 1300. Munito di cinta fortificata e di bastioni dai vescovi di Tortona che ne avevano in feudo la maggior parte, il castello subì varie trasformazioni nel corso dei secoli, che tuttavia lasciarono intatta l’antica torre rotonda, mentre furono abbattute le mura che racchiudevano il maniero e l’antico borgo. Verso la fine dell’Ottocento era ancora esistente un profondo trabocchetto medioevale, poi fatto interrare dal cavalier Felice Bogliolo.

I visitatori potranno avvalersi anche in questa occasione di guide d’eccezione: saranno impiegati i Volontari del Comune di Villalvernia che saranno felici di raccontare da protagonisti le meraviglie del loro territorio.