Lunedì 9 settembre 2019 l’assemblea degli iscritti del Partito Democratico tortonese si è riunita per discutere il nuovo assetto della segreteria politica a seguito della decisione del comitato dei garanti di terminare con l’esperienza delle ultime elezioni amministrative ed europee il servizio generosamente reso al partito in questa fase di transizione e di oggettiva difficoltà organizzativa.

Ringraziamo Antonello Santoro e Giovanni Vaccarella per il delicato lavoro svolto in questi mesi e per aver contribuito fattivamente a rigenerare il Circolo di Tortona con l’apertura a nuovi iscritti riuscendo a costruire una ‘squadra’ affiatata non solo nel tempo della campagna elettorale ma anche nella ripresa della vita ordinaria del Partito e del suo attuale compito di attenta e responsabile opposizione.


Il clima creatosi negli ultimi mesi ha consentito di realizzare le condizioni per cui il ‘nuovo’ affiancatosi potesse innestarsi nel solido tronco dell’esperienza democratica: un cammino teso a generare germogli di vita politica rinnovata, capace di uscire da schemi precostituiti e desiderosa di ritornare più decisamente alla popolarità elemento che da sempre appartiene al DNA profondo del PD.

Per realizzare questo progetto si avvia una stretta collaborazione tra Claudio Scaglia (già garante in questa ultima fase) che si assume la responsabilità di coordinatore di circolo (segretario) e Gianfranco Agosti, alla sua prima esperienza, che lo affiancherà con l’incarico di vicesegretario.

Profondamente rinnovata anche la segreteria che prevede la presenza di un gruppo nutrito di donne quali Anca Pavel, Giovanna Cavanenghi, Giovanna Fontana, Rosa Marino, Francesca Mazzoni, unitamente alla conferma di Gianfrancesco Semino e all’incarico di tesoriere a Franco Pugno.

Una scelta che vuole riportare il PD al centro della realtà politica tortonese attraverso maggiori iniziative di riflessione sui temi ‘caldi’ per la nostra città e per la politica nazionale, una rinnovata apertura all’esperienza di cittadinanza attiva aperta a tutti soprattutto ai giovani, la ripresa di un costante dialogo con i sindacati e le associazioni di categoria del nostro territorio.

Prevediamo un’apertura settimanale del circolo come luogo di incontro e di confronto, ma anche di servizio e di supporto informativo e, contemporaneamente, l’uscita nei quartieri e nelle frazioni che vorranno ospitarci per riflettere insieme. Continueremo a tessere rapporti con le altre forze di minoranza per un sereno e corretto confronto senza preclusioni sulle idee e sui contenuti, a intensificare i rapporti con gli altri circoli del territorio in spirito di solidarietà e sussidiarietà, ad avviare tavoli permanenti di lavoro sui temi principali della vita amministrativa e politica.

Prevediamo anche un’intensificazione della comunicazione attraverso un sito rinnovato, l’informazione puntuale a iscritti e non, il costante riferimento alla stampa locale con uno stile che sia attento anche al linguaggio e alle forme corrette del vivere civile e democratico che ci ha contraddistinti anche nella recente campagna elettorale in direzione ‘ostinata e contraria’ alla deriva populista e sovranista.

Il percorso è tracciato: il sentiero appena intrapreso diventerà strada insieme a tutti gli amici di sempre e a quelli nuovi che vorranno unirsi a questa esperienza che ha ancora il sapore di un sogno che diventi realtà.

PD TORTONA