Nei giorni scorsi, in Municipio si è svolta la riunione della Commissione Consiliare Cultura, Turismo e Manifestazioni, guidata dalla neo presidente Anna Sgheiz, consigliere comunale della Lega. La Commissione, alla quale era stato invitato anche Don Paolo Padrini come rappresentante della Diocesi, oltre ad essere la prima operativa, era molto importante perché sono state abbozzate e illustrate brevemente tutte le manifestazioni che il Comune intende allestire nel prossimo anno. Su quelle del 2020 torneremo in un’altro articolo, ora vogliamo solo soffermarci alle iniziative più importanti già programmate da qui alla fine dell’anno, che avranno nelle feste Natalizie l’avvenimento più importante.

Dopo la Notte Bianca di sabato scorso, quella più imminente è già in programma domenica, in collaborazione col Perosi festival (di cui Don Paolo è anche Direttore Artistico), e sarà, come noto, le “Invasioni musicali” con circa 300 musicisti che si alterneranno a suona in 13 diversi punti della città fino alle 23; dal 5 al 13 ottobre, poi, ci sarà la settimana della Musica, sempre nell’ambito del Perosi festival con i musei aperti in contemporanea dalle 15 alle 19, mentre, sempre ad ottobre, è previsto un evento dedicato ai 500 anni di Leonardo da Vinci che durerà 4 giorni, da Giovedì a Domenica.


A novembre Cantarà e Catanaj mentre a Dicembre il Gran Galà del Timorasso, un evento ad inviti per promuovere oltre confine e sui media il vino più famoso della zona.

Iniziative di minore impatto a parte, si arriva a Natale e qui il Comune in collaborazione con la Diocesi, i privati e altri enti e associazioni ha intenzione di realizzare veramente qualcosa di importante.

L’obiettivo è quello di dotare Tortona di un’illuminazione natalizia più grande e diffusa, così da trasferire l’atmosfera natalizia in gran parte della città.

Natale però sarà soprattutto musica e spettacolo: si inizia Domenica 22 dicembre alle 21, in cattedrale con l’esibizione del coro E.V.A., l’ Ensemble Vocale Ambrosiano.

Parliamo di un’associazione senza scopo di lucro conosciuta in tutto il Mondo. Nata nel 1996 da un’iniziativa del Maestro Mauro Penacca (nativo del Tortonese) e di un gruppo di amici accomunati dal desiderio di fare musica insieme e di dedicarsi agli altri, l’Associazione ha l’obiettivo di promuovere azioni di solidarietà e utilità sociale con l’attività corale.

Oltre 90 elementi si esibiranno in canti gospel, voci bianche e canzoni a tema natalizio.

Il giorno dopo, lunedì 23 dicembre alle 18 al teatro Civico ci sarà uno spettacolo teatrale di livello nazionale per le famiglie dal titolo “Buon anno Babbo Natale” con attori, musiche originali, pupazzi e tanto altro che avrà come protagonisti Pino Costalunga, Greta Magnani e tanti altri attori.

Durante le Feste natalizie ci sarà il tradizionale concerto natalizio deglio Amici della Musica ed entro la fine dell’anno (la data è ancora da decidere) verrà inaugurata la prima parte del Museo archeologico di Tortona che prende il posto del vecchio Museo Romano 30 anni dopo la chiusura, guarda caso proprio nelle sale che ospitavano quella struttura, cioé tre sale al pianterreno. Sarà un assaggio di quello che sarà, fra qualche anno, il museo archeologico. Un’esposizione che si chiamerà “Museo in cantiere” con la destinazione definitiva di queste tre sale al futuro museo.

Le sorprese però non sono finite perché Don Paolo è stato contatto dalla Congregazione di Don Orione che ha proposto di realizzare, per Natale, un di presepe vivente. Si sta valutando come se e come allestirlo e l’idea potrebbe essere quella di farlo senza animali ma realizzare una specie di corteo in costume che parta dal santuario della Madonna della Guardia e arrivi in centro, in piazza Duomo.

Il progetto è ancora in fase di costruzione ma se dovesse andare in porto sarebbe la ciliegina sulla torta di un Natale che raramente si è visto negli ultimi anni.