Nella piazzetta che a Carezzano chiamano “piazza del Pino”, per la presenza di un alto abete (che probabilmente è un cedro), il 12 luglio 1520 venne letta pubblicamente la sentenza di condanna al rogo per stregoneria di tre donne, Maria, Bianca e Battistina.

Nella stessa giornata le poverette vennero arse al rogo sul Colle di Castiglione, oggi detto “bric delle streghe”.


All’episodio è ispirato il libro “12 luglio 1520, una cupa storia di streghe” di Maria Angela Damilano..L’anno prossimo saranno cinquecento anni dal rogo e proprio il 12 luglio, la Pro Loco di Carezzano ricorderà l’evento con una serata che si chiamerà NOTTE NERA.

Quest’anno si vuole creare una serata di attesa della grande manifestazione dell’anno prossimo con ASPETTANDO LA NOTTE NERA, una performance di parole, musica, atmosfera.

Sarà molto emozionante essere presenti in quella piazza per parlare di quelle donne, donne esistite veramente, non personaggi letterari, donne crudelmente torturate e uccise.

Lo spettacolo è totalmente gratuito.