Una lista fatta di giovani tutti con meno di 30 anni che appoggiano il sindaco uscente Gianluca Bardone.

Si chiama “Progetto Tortona” con Bardone sindaco ed è stata presentata ieri sabato 20 aprile presso la sede elettorale di Bardone in via Emilia.

A presentarla è stato il consigliere comunale uscente Federico Mattirolo che ha avuto l’idea di creare questa lista di giovani a prima ancora che Bardone (per stessa ammissione di quest’ultimo) fosse riconfermato come candidato del centro sinistra.

La lista Under 30 è sicuramente la novità di questa tornata elettorale

Una lista è fatta di giovani che si candidano alla guida del Comune di Tortona.

“Un programma elettorale che nasce da un’idea molto ambiziosa – ha detto Federico Mattirolo- cioè quella di coinvolgere i ragazzi della città ad occuparsi di politica. Abbiamo incontrato persone e iniziato a febbraio. Ci siamo detti che se non lo facciamo noi lo fa a qualche d’un altro e allora abbiamo detto perché aspettare? Noi non vogliamo aspettare il nostro turno come dicono tanti politici navigati, noi vogliamo agire subito e così 16 giovane si sono messi in gioco mettendo la propria faccia e diventando ambasciatori di un progetto che è venuto la luce dopo mesi di incontri con ai giovani della città.”

Una progetto in fin dei conti abbastanza semplice (cioé quello di radunare i giovani) però solo sulla carta perché generalmente i giovani sono distanti dalla politica, invece il progetto di Federico Mattirolo sembra davvero funzionare infatti sono stati davvero tanti coloro che hanno partecipato a vari incontri che si sono susseguiti a presso la sede della lista in in corso Montebello.

Un’assoluta novità nel panorama elettorale e che parte con la frase “Il futuro risponde presente.”

Questo, infatti è lo slogan della lista di Under 30.

Durante la presentazione alcuni giovani hanno illustrato le loro idee: Valeria Vacchini ha sottolineato come quella di partire dalle cose semplici in cui i giovani credono. Fra i tanti i giovani che hanno parlato ce n’è anche uno che avuto una certa esperienza polticia: parliamo di Luca Canevaro che è stato a vice sindaco del Comune di Avolasca “Tortona-ha detto Canevaro -è la città dei giovani anche se non abitano qui, perché qui studiano o hanno studiato e Tortona e la nostra casa.”

Diverse le risposte al gli attacchi del centro destra che hanno definito questa lista è una lista di deportati (intesa come persone ‘portate’ e messe lì che servono solo per raccogliere voti): i giovani hanno ribadito di sentirsi autonomi e non strumentalizzati

“Ci manca l’esperienza – ha detto Alberto Barenghi – ma siamo ricchi di idee e sentimenti. I sentimenti nostalgici verso la Tortona del passato sono destinati non tornare più ed è inutile esprimerli, noi guardiamo al futuro.”

BARDONE CONTRO L’IDEA DEL CENTRO DESTRA

DI RIAPRIRE AL MATTINO IL CENTRO

Alla fine della presentazione la parola è passata alla sindaco uscente Gianluca Bardone che ha sottolineato come anche lui l’età di 32 anni era entrato per la prima volta in consiglio comunale nel 1999 e la grande fatica che ha fatto. Per questo motivo che nella sua amministrazione come sindaco ha portato bene tre giovani Under 30 alla carica di consigliere comunale: Tranquilli, Chiandotto e Mattiroli.

“Amministrare la città-ha detto Bardone-si può fare solo se si hanno idee di prospettiva e io sono uno dei pochi ad aver portato tre giovani in consiglio comunale. Quello di oggi è un bellissimo momento perché questo movimento di giovani nasce prima della scelta di ricandidarmi e questa lista agito da stimolo perché ho un gruppo di giovani per la città di Tortona. Se la biblioteca funziona e aperta con servizio Wi-Fi e si sta a modernizzando è merito anche di questi giovani che possono disporre anche di un’area studi sul parco del castello e hanno collaborato tenere aperta la torre hanno avviando pure il bilancio partecipativo e tante altre azioni.”

Bardone a poi replicato alle critiche su questa lista: qua “quando si mostra forza -ha aggiunto – dall’altra parte si cerca di attaccare i punti di forza degli avversari. Quando mi sono candidato alla guida della città mi avevano criticato e dicevano che avrei frenato l’economia a causa del mio lavoro in vece abbiamo dimostrato che non è vero perché abbiamo un imprenditore che investirà 10 milioni di euro per il palazzetto dello sport. Ecco quindi che molte cose che si dicono poi non vengono suffragate dai fatti. Hanno attaccato questa lista ma forse il termine deportati poteva essere evitato da parte dei nostri avversari. È stato compiuto un grande errore a dire che sono giovani sprovvedute. Si tratta di giovani con idee valide per il futuro.” bardone, infine, ha voluto ribadire il proprio concetto sull’isola pedonale sottolineando come l’idea del centro destra di aprire al traffico durante la mattinata non sia fattibile.

“Ci sono fioriere – ha aggiunto e ci sono panchine. C’è tutta un’area pedonale destinata a una migliore vivibilità e questo non consente un’apertura al traffico perché far tornare il traffico in via Emilia significherebbe rinunciare all’arredo urbano.”

Concludendo ha voluto fare l’augurio alla lista progetto Tortona: “Voi siete il futuro – ha concluso Bardone – loro (riferito al Centro Destra) le lancette del tempo che portano indietro. Voi andate avanti, i deportati alla sconfitta sono loro.”

Di seguito alcune immagini della presentazione.