Ovada.

I Carabinieri della Stazione di Molare hanno deferito in stato di libertà con l’accusa di furto aggravato V.P., moldava 33enne residente nell’ovadese. Le indagini hanno avuto origine da un furto di profumi avvenuto lo scorso 30 ottobre in un supermercato di Ovada. La donna, immortalata dalle telecamere di videosorveglianza dell’esercizio pubblico aveva infatti portato via alcuni profumi per un valore superiore agli ottanta euro.


Gli accertamenti iniziali svolti dai Carabinieri hanno permesso di evidenziare come l’autrice del fatto fosse probabilmente una donna residente nella zona. L’analisi delle immagini tratte dal sistema di videosorveglianza e l’incrocio con le banche dati dei residenti nei paesi dell’ovadese hanno permesso di identificarla e di deferirla in stato di libertà.