Le crepe vicino alla porta

La lettera di un genitore preoccupato della scuola elementare “Gianni Rodari” di Tortona, in viale Einaudi, risale a qualche giorno fa, ma noi prima di pubblicarla abbiamo voluto verificare se il Comune fosse al corrente del problema e quali interventi avesse eventualmente programmato.

La risposta è stata positiva, anche se la situazione, a quanto pare, purtroppo, andrà avanti ancora per diverse settimane.

Per legge, infatti, ogni opera pubblica deve rientrare nel Piano dei lavori pubblici che quest’anno non prevede interventi alla Rodari, per cui, prima di intervenire, bisognerà modificare il Piano.

La situazione descritta dal genitore, però evidenzia un disagio logistico  per i bambini, e questo dovrebbe essere di competenza  della direzione della scuola che deve intervenire al più presto.

Di seguito la lettera del genitore e la risposta dell’assessore ai lavori Pubblici Davide Fara a cui compete la soluzione del problema.

********************************

Buonasera,

con la presente volevo segnalarvi il degrado che riguarda la classe 1 A della scuola elementare Rodari, in viale Einaudi.

L’aula non è è più agibile e da un mese i nostri figli di appena sei anni,  seguono le lezioni nel laboratorio di scienze, una stanza non adibita ufficialmente ad aula nella quale non sono presenti i banchi, ma solo un tavolone che obbliga i bambini a stare 5 ore con la testa girata per vedere la lavagna e la maestra.

Inoltre devono mettere gli zaini nel corridoio (perché non esiste lo spazio in classe) e non possono fare l’intervallo come le altre classi uscendo nell’atrio delle classi a giocare, perché loro si trovano su un corridoio al piano terra.

E’ una situazione allucinante che dei bambini alla loro prima esperienza scolastica devono vivere una profonda situazione di disagio come questa, inoltre trovo assolutamente assurdo che da un mese non si siano presi provvedimenti.

Siamo ridotti con delle scuole che cadono a pezzi e noi genitori ovviamente siamo preoccupati per la sicurezza dei nostri figli, anche perché purtroppo di queste cose se ne parla solamente di rado.

Vi chiedo di cuore di pubblicare un articolo che possa smuovere una veloce soluzione.

Grazie

Lettera firmata

Un’altra immagine delle crepe

 LA RISPOSTA DEL COMUNE DI TORTONA

“Siamo a conoscenza del problema –  replica l’assessore ai lavori Pubblici Davide Fara – i tecnici hanno già effettuato rilevazioni è posizionato vetrini per valutare la problematica. Abbiamo fatto un sopralluogo alla quale era presente il sottoscritto e il capo dell’Ufficio Tecnico. Nella riunione di giovedì scorso la Giunta comunale  ha modificato il piano lavori pubblici inserendo nel 2018 anche interventi straordinari nella Rodari. Appena il consiglio comunale  (che dovrebbe essere convocato entro fine) approvare la variazione di bilancio interverremo. Nel frattempo monitoriamo che non ci siano peggioramenti.”

 

FIN QUI LA SITUAZIONE, MA LA DOMANDA CHE VIENE SPONTANEA E’ LA SEGUENTE: PERCHE’ NON SI SPOSTANO I BANCHI NELL’AULA DI SCIENZE?