Incendio alla discarica di Alessandria con una nuvola nera di fumo che si è levata in cielo per diverse ore.

È accaduto poco prima delle 23 di ieri sera, venerdì, alla discarica di Castelceriolo.


Per cause ancora in corso di accertamento ha preso fuoco il settore dove si trova la plastica: sono intervenuti i vigili del fuoco di Alessandria che nel momento in cui scriviamo (le otto di sabato mattina) stanno ancora effettuando le operazioni di completo spegnimento.

Quasi dieci ore di intervento, ancora in corso, per quello che è un ennesimo incendio nella zona della Fraschetta, alla periferia di Alessandria, proprio vicino alle aziende più pericolose.

Alla discarica mentre il fumo si levava in cielo, sono intervenuti subito i tecnici dell’Arpa che, secondo quanto risulta dalle prime sommarie informazioni non avrebbero riscontrato particolare  inquinamento la zona, circostante, tranne ovviamente l’area in cui si trovava l’incendio e si levava il fumo, anche se sono in corso tutti gli accertamenti necessari che vengono effettuati in casi come questo.

Infatti, ogni qualvolta brucia della plastica siamo sempre in presenza di inquinamento potenzialmente pericoloso perché, come noto, la plastica può sprigionare diossina.

Diverse le telefonate giunte al comando dei vigili del fuoco di Alessandria e che hanno suggerito a tutti di tenere le finestre chiuse oppure abbandonare la zona per trasferissi momentaneamente altrove.

Ovviamente nei confronti di chi, si trovava nei pressi o nelle immediate vicinanze del la colonna di fumo che si è levata dalla discarica.

Sono tuttora in corso accertamenti da parte dell’ Arpa per valutare se e quanto inquinamento c’è stato. .