L’idea è sicuramente singolare e merita di essere sottolineata.

Ci riferiamo all’iniziativa del Comune di San Bartolomeo al Mare che per far apprezzare i recenti ritrovamenti romani ha ha ha deciso di organizzare periodicamente un’iniziativa per riscoprire la Mansio romana, cioè giovani del paese che in costumi di epoca romana, attraverso una specie di recita teatrale, cercano di coinvolgere il pubblico per far capire l’importanza dei ritrovamenti storici nei pressi di un condominio a San Bartolomeo al Mare.


L’iniziativa oltre ad essere singolare ha davvero successo e merita di essere segnalata perché non è da tutti avere idee così il geniali per promuovere il proprio comune e soprattutto valorizzare quei resti romani che, francamente, se visti così senza tutta la coreografia che il Comune predispone, non sono altro che semplici sassi distesi per terra.

Invece il Comune di San Bartolomeo ha deciso di coinvolgere i giovani del paese e  tutti coloro che intendono darsi da fare per valorizzare questo angolo recentemente venuto alla luce e ancora oggetto di scavi, per capire a cosa ci fosse qui oltre 2.000 anni fa, ma soprattutto cosa facevano i romani a San Bartolomeo.

Ecco allora che per stimolare le attenzioni dei turisti (ma anche di tutti quegli abitanti che non conoscono questa singolare realtà) si cerca qualcosa di nuovo.

Una bella iniziativa di cui pubblichiamo le immagini dell’ultima “rappresentazione“ scenografica.