Chi si trovava a transitare domenica scorsa nei pressi della casa di riposo G. E. Balduzzi di Castelnuovo Scrivia, non avrà potuto fare a meno di soffermarsi ad ascoltare ciò che arrivava dal suo interno. Un coro di voci assortite che cantava e a seguire, applausi e incitazioni: solo una parte della rappresentazione messa in scena dalle operatrici e dipendenti della Struttura.

Si festeggiavano le mamme, tutte quante, dalle ospiti, alle loro figlie e nipoti, per arrivare alle operatrici con prole al seguito.


E’ stato un susseguirsi di piccole poesie recitate a turno da personale e parenti e canzoni eseguite da un trio formato da pianoforte con voce femminile e maschile. Il repertorio musicale attingeva alla tradizione italiana più classica fino a moderne canzoni “giovanili”, con un unico tema conduttore: la mamma. Non sono mancate le lacrime, copiose, sia da parte di chi si esibiva, sia del vasto pubblico presente, stemperate, sul finale, dalla distribuzione di rose e di un ricco buffet. Il tutto  prodotto con reale entusiasmo dalle operatrici della Casa di riposo.

Come già accaduto in altre occasioni, il gruppo di lavoro del Balduzzi si è dimostrato attivo, in perfetta sinergia con parenti e con la Direzione, Dott.ssa Anca Pavel, anche lei impegnata nello spettacolo.

Ma non finisce qui: al Balduzzi si stanno preparando altre sorprese e altre giornate di festa come quella appena trascorsa.