Memorabile serata lionistica quella nel ridotto del Teatro civico di Tortona, dove le socie del Tortona Castello, uno dei pochi Lions Club tutto al femminile, hanno celebrato il loro 30° anno di attività, con un dispiegamento non comune di autorità distrettuali e amministrative. L’importanza dell’evento, organizzato dalla Presidente Sandra Fadel Sottotetti insieme al suo Consiglio, è stata sottolineata da uno speciale annullo filatelico. A condividere la gioia delle Lions del Castello, un gruppo di “gemelle” del Club francese di Frèjus-Saint Raphaël-Vallée d’Argens.

Durante la serata conviviale, sono stati consegnati due importanti riconoscimenti per la straordinaria attività lionistica: una targa alla socia Rina Taverna Rissotti ed il “Melvin Jones” alla Presidente del Club francese gemello. Sorprendenti ed apprezzatissimi i flash mob di alcuni giovani attori del Gruppo teatrale “Akeron” di Francesca Pasino, che hanno interpretato e animato alcuni dei tantissimi service realizzati dal Castello nei 30 anni di impegno umanitario: “Il libro parlato”, l’ “Onore alla bandiera”, l’ “Alfabetizzazione”, “Disabili in vacanza”, “I gemellaggi”. Impossibile riassumere in breve l’enorme impegno che da 30 anni vede il “Castello” protagonista di iniziative nel campo di solidarietà, arte, cultura, spiritualità e promozione del territorio. Un ricordo commosso è stato dedicato Lulù Orsi Carbone Rauti, recentemente scomparsa. Ha conchiuso la serata con un breve discorso di alto profilo il Governatore distrettuale Gianni Castellani, che ha richiamato la dignità e i valori-guida del codice etico dei Lions, a 100 anni dalla nascita del lionismo.


                                                                                                              Marialuisa Ricotti Angeleri