Con l’avvento dei giornali online sempre più edicole soffrono la crisi, ma c’è qualcuno che, invece (e per fortuna), continua a vendere giornali.

Parliamo di Luciano Incardona che domenica prossima, 22 aprile festeggia mezzo secolo di attività a Diano Marina, dove è conosciuto e apprezzato da tutti.


E’ il titolare dell’edicola della ex stazione di Diano Marina, quella che è stata cancellata dalle istituzioni, in piazza Mazzini.

Un’edicola che è nata con lui: in stazione, mezzo secolo fa, non vi era nulla e gli hanno proposto di metterci un’edicola. Così ha cosi creato un piccolo “gabbiotto” in ferro che presto è diventato un vero banco e poi un negozio.

L’edicola è stata aperta nell’intento di dare un servizio per i viaggiatori della piccola stazione e ben presto, grazie all’impegno di Luciano coadiuvato dalla moglie Maricilla e negli anni delle figlie Barbara e Sabrina. Negli anni è divenuta un esercizio dove si possono trovare, oltre a giornali, libri e riviste molti altri oggetti di utilizzo quotidiano e divertimento per i bambini.
Dopo che la stazione di Diano Marina è stata spostata, lo spazio disponibile è cresciuto e così la triste sala di entrata, grazie al garbo e al buon gusto della famiglia Incardona si è trasformato in un salotto dove piacevolmente si può sfogliare il giornale sorseggiando un caffè o una bibita, oppure una partita a calciobalilla.

Per tutti questi anni Luciano ha aperto l’edicola ogni giorno dell’anno e con la sua simpatia, onestà e passione per il suo lavoro è diventato un punto di riferimento per tanti: dagli dipendenti delle Ferrovie agli studenti ora adulti e anche dai turisti che ancora lo cercano!!! La sua forza la sua passione e il suo amore per la sua edicola continua tutt’ora trasmettendolo ogni giorno con il suo sorriso e le sue battute scherzose!

Un’icona per Diano Marina che verrà festeggiata dal sindaco domenica alle 11. E tutti i dianesi, ovviamente sono invitati.