L’inaugurazione del Parco Eternot, nel settembre del 2016, ha segnato simbolicamente l’inizio di un percorso di rinascita per Casale Monferrato che ha visto la sua immagine superare i drammi del passato verso un futuro caratterizzato dalla centralità della tutela della salute e dell’ambiente.

Dai concerti gratuiti di Roberto Vecchioni e Ermal Meta, passando per il recente approdo nella top ten delle finaliste per Capitale Italiana della Cultura 2020, la rinascita della città si arricchisce di un nuovo, importantissimo appuntamento.


Domenica 29 aprile alle ore 17,30 allo Stadio Natal Palli andrà in scena “Un goal per il futuro”, una partita esibizione che vedrà protagonista la Nazionale Italiana Cantanti con “I Resilienti del Monferrato”, team composto da imprenditori, medici, attivisti e tanti testimonial di Casale e di tutto il Monferrato, alfieri dello spirito di resilienza che caratterizza la storia e la volontà di riscatto del territorio. Ne faranno parte, tra gli altri, l’imprenditore Simone Zerbinati, l’assessore Marco Rossi, i medici Massimo d’Angelo e Michele Pezzana e il vice presidente della Provincia Federico Riboldi.

A promuovere l’evento è il Comitato “Un goal per la vita” presieduto da Daniela Degiovanni in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato e l’Associazione Nazionale Cantanti.

Per assistere a “Un goal per il futuro” si potranno acquistare a partire da martedì 20 marzo i biglietti (a 10 euro, 15 per la tribuna) al Chiosco IAT di piazza Castello, direttamente nelle scuole (per gli studenti) e in tutti i Comuni del SIN (Sito di Interesse Nazionale). Altri punti vendita saranno comunicati nei prossimi giorni. Per scoprire il punto vendita più vicino sarà sufficiente contattare il Chiosco al numero 0142 444330.

L’incasso ricavato dalla vendita dei biglietti sarà devoluto a Vitas Onlus e sarà utilizzato per i lavori di ristrutturazione dell’Hospice dell’Ospedale di Casale Monferrato.

“Un goal per il futuro” è stato presentato oggi, mercoledì, nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale alla presenza del sindaco Titti Palazzetti, del vicesindaco e assessore allo sport Angelo Di Cosmo, dell’assessore alla cultura Daria Carmi, di Fabio Olivero, presidente dell’associazione dei Comuni del Monferrato (in rappresentanza del territorio) e dell’oncologa Daniela Degiovanni, fresca di onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica ricevuta per l’impegno profuso, nel corso della sua vita, alla cura e all’assistenza delle vittime da amianto e delle loro famiglie.

A rappresentare la Nazionale Cantanti ha partecipato alla presentazione, accompagnato dal direttore generale Gianluca Pecchini, anche Boosta (al secolo Davide Dileo), tastierista dei torinesi Subsonica, una delle band più importanti del panorama musicale italiano: «Il lavoro che faccio mi permette di essere cittadino d’Italia e di avere la possibilità, l’onere e il privilegio di tastare la realtà locale direttamente. Il 29 aprile sarà un pomeriggio di festa, nel quale possiamo portare un piccolo contributo, siamo ben felici di metterci a disposizione di questa causa. Pensando al vostro concorrere a Capitale della Cultura penso alla musica, la colonna sonora della vita. Porteremo il divertimento ma vogliamo lasciare un segno tangibile» ha spiegato l’ospite d’onore.

«Questa manifestazione unisce il territorio. Ringrazio oltre alla Nazionale Cantanti anche Daniela Degiovanni e l’assessore all’ambiente Cristina Fava, colonne della lotta all’amianto. Entro un mese saranno ultimate le bonifiche di tutti i “polverini” e speriamo che nel 2020 la città sia liberata. Vogliamo far capire quanto sia importante per noi la ristrutturazione dell’Hospice. Casale Monferrato è tutt’altro che una città morta, basta pensare alle tantissime iniziative organizzate dalle diverse associazioni di volontariato. Tutti i casalesi ne devono essere consapevoli, Casale è una città grande, lo è stata nel passato e lo è oggi, la città la fanno i cittadini» ha commentato il sindaco Palazzetti prima di omaggiare Boosta con la maglietta del Vivaio Eternot, il cui premio, indirizzato a chi abbia compiuto sforzi nella lotta all’amianto, avrà un momento dedicato anche il giorno di “Un goal per il futuro”.

Ulteriori aggiornamenti sull’evento saranno comunicati nel corso delle prossime settimane.

“Un goal per il futuro” è organizzato grazie ai main sponsor Zerbinati e Esselunga con il contributo di Leasys, Givova e Stat e il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria (entrambi in attesa di approvazione) e SIAE.

Le altre dichiarazioni della conferenza stampa

Daria Carmi: «Quest’anno non abbiamo solo un cantante ma tanti cantanti, una squadra intera ad omaggiare la città con la sua presenza, a lanciare una sfida in favore dell’Hospice. Siamo onorati, quest’anno la Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto sarà una grande festa».

Angelo Di Cosmo: «Grazie alla Nazionale Cantanti per la sensibilità dimostrata, sarà una giornata di importante aggregazione sociale».

Daniela Degiovanni: «Vitas si schiera in prima linea per realizzare il progetto di ristrutturazione dell’Hospice: la campagna di raccolta fondi comincia oggi grazie alla Nazionale Cantanti ma proseguirà anche dopo la partita».

Gianluca Pecchini: «Siamo stati qui già nel 2009 e fu un bagno di folla. La Nazionale Cantanti è un’opportunità di raccolta fondi e questo di Casale Monferrato è uno di quei progetti ai quali non si può dire di no».

Fabio Olivero: «Grazie alla città che ha voluto coinvolgere il territorio. Lavoriamo con Casale Monferrato per il futuro e per la speranza».