Di idioti nel mondo ce ne sono tanti, ma a Tortona e nel Tortonese, probabilmente, la percentuale è molto più elevata.

Non si spiegherebbe altrimenti il comportamento di tanti individui che organizzano manifestazioni nella zona e non informano il giornale più letto in assoluto, cioé il nostro, perdendo così la possibilità di avere più pubblico e più successo per quello che organizzano.


Capita, e capita spesso.

Questi individui sono di tre categorie: gli idioti in buona fede e incapaci, quelli che non ti comunicano più nulla perché in passato non hai pubblicato le loro iniziative e quelli che invece lo fanno apposta convinti di farti un dispetto.

I primi, quelli in buona fede, sono idioti innocenti perché proprio non ci pensano ad avvisare i giornalisti. Organizzano sporadicamente manifestazioni, magari le condividono su Facebook, oppure spendono addirittura soldi per locandine che non legge nessuno e poi ci rimangono male se alle loro iniziative partecipano poche persone. Ed è un peccato perché in molti casi ci è capitato di venire a conoscenza all’ultimo momento e per caso di manifestazioni anche molto valide che avrebbero meritato maggior palcoscenico. Questi sono gli “idioti” in senso buono e ci fanno tenerezza per la loro incapacità organizzativa.

I secondi invece sono gli idioti demoralizzati e rassegnati, ma attenzione, sono perfidi. Sono quelli che organizzano abitualmente manifestazioni e che mandano regolarmente comunicati stampa a tutti i giornali e poi decidono di fare pubblicità a pagamento solo su un giornale dove spendono profumatamente, ma pretendono che gli altri pubblichino gratis la notizia delle manifestazioni che organizzano.

Noi non siamo fessi e come abbiamo anche scritto pubblicamente in QUESTO ARTICOLO che trovate sull’home del sito, abbiamo una precisa linea editoriale: “La redazione pubblica gratuitamente sul sito le notizie di eventi e manifestazioni  organizzate da tutti coloro che non effettuano investimenti pubblicitari altrove.  Se un soggetto decide di acquistare inserzioni pubblicitarie su altri organi di informazione e non su Oggi Cronaca – scelta legittima, perché evidentemente reputa altri giornali migliori dal punto di vista della visibilità – Oggi Cronaca sulla base della propria libertà discrezionale, non pubblica articoli specifici sulle manifestazioni e iniziative organizzate da quel soggetto.”

Una frase standard che utilizziamo per rispondere agli “idioti” di questa seconda categoria, aggiungendo che (visto che hanno speso diversi soldi per fare pubblicità altrove) se vogliono possono spendere 30 euro in più (sono i nostri prezzi pubblici che pubblichiamo anche sul sito in fondo all’Home page a questo LINKper un articolo promozionale su Oggi Cronaca.

Inutile dire che mai nessuno, dopo questa frase ha deciso di pagare per un articolo su Oggi Cronaca, anzi si sentono offesi e smettono di mandarti i comunicati stampa. Qualcuno lo fa subito, altri provano ancora in futuro, poi, compresa la solfa, demordono.

Per ultimi abbiamo lasciato gli idioti che noi amiamo definire “colossali” quelle persone, cioè, a cui noi non abbiamo fatto nulla di male ma che evidentemente a loro non piace la linea del giornale o gli articoli che pubblichiamo, oppure sta antipatico il nostro Direttore col suo modo apparentemente arrogante  presuntuoso di fare. Così, convinti di “farci un dispetto”  non ci mandano il comunicato stampa della manifestazione che organizzano.

Che si tratta di un comunicato stampa si capisce subito perché su tutti i giornali troviamo pubblicato lo stesso identico testo.

Ma poveri mentecatti! Credete davvero di farci un dispetto a non darci una notizia? Ma pensate davvero che il non pubblicare una manifestazione, corrisponda per noi a “bucare” una notizia? (così di dice in gergo giornalistico un avvenimento che tutti i giornali hanno e noi no).

Ma siete davvero convinti di questo? Semmai noi abbiamo il problema contrario: abbiamo troppe notizie rispetto allo spazio disponibile perché, a differenza di altri giornali online che pubblicano qualsiasi tipo di comunicato perché tanto sul web non ci sono problemi di spazio,  noi vogliamo che ogni articolo rimanga visibile in home page almeno 24 ore per valorizzare la notizia, per cui spesso siamo costretti a scegliere cosa pubblicare o cestinare.

Purtroppo, cari idioti colossali, voi non avete capito che in questo modo vi fate del male da soli, perché come Tafazzi (nella foto) vi picchiate nelle parti basse.

L’unica differenza è che lui per salvarsi gli attributi, ha dovuto mettersi un riparo, mentre a voi, invece, il riparo non serve.

Angelo