Il Sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori lo aveva annunciato a novembre, in QUESTO ARTICOLO, che avrebbe fatto qualcosa per risolvere il problema delle rotture dell’acquedotto e oltre agli incontri ancora in corso con Rivieracqua e in attesa di far passare sotto l’ex sedime ferroviario una nuova tubatura, arriva un intervento importante sull’acquedotto a spese del Comune che seppur non porrà fine al rischio di rotture della rete idrica con successiva chiusura dell’acqua potabile per molte ore, contribuirà a diminuire il rischio di queste rotture.

Ci riferiamo ai lavori che a breve verranno effettuati in via Divina Provvidenza per il potenziamento dell’acquedotto civico per una spesa complessiva di circa 218 mila euro. lavori che dovrebbero partire in primavera.


In pratica attraverso un sistema complesso di vasche ed altri interventi, si farà in modo di garantire alle abitazioni a monte di Diano Marina una specie di autonomia, in modo che la “richiesta d’acqua” specie in estate sia inferiore a quella fin qui qui avuta per cui la pressione per soddisfare le richieste sarà inferiore a quella degli anni scorsi.

Questo dovrebbe diminuire il rischio di rotture dovute all’innalzamento della pressione su una rete vetusta che non è in grado di sopportarla.

Certo non si tratta della soluzione auspicata da tutti che risolve tutti i mali, ma di un piccolo contributo (forse l’unico) che il Comune di Diano Marina, investendo soldi propri può effettuare per quanto di sua competenza.

Il problema delle rotture si risolve con una nuova rete idrica, che però non spetta al Comune realizzare.

Diano Marina può solo sollecitare gli enti preposti nella speranza che prendano a cuore il problema.