E’ stata rinviata a martedì sera, alle 21,15 l’assemblea pubblica di tutti i commercianti (e non solo) di Diano Marina, convocata da Confcommercio, che avrebbe dovuto svolgersi questa sera.

L’allerta arancione diramato dall’ Arpal per le piogge intense ha di fatto obbligato il sindaco Giacomo Chiappori a chiudere scuole e luoghi pubblici, per cui anche Palazzo del parco, dove avrebbe dovuto svolgersi la riunione degli esercenti.


Franca Weitzenmiller

“La riunione pubblica è stata posticipata a martedì 12 dicembre – dice Franca Weitzemiller presidente di Confcommercio del Golfo Dianese – e avremo due momenti: alle ore 20,30 per l’assemblea privata di tutti i soci della Confcommercio per eleggere il consigliere sostitutivo e alle 21,15 l’incontro pubblico con tutti i commercianti. Sarà un momento molto importante perché vogliamo fare il punto della situazione, ma soprattutto vorremmo uscire dalla riunione con qualcosa di concreto. Il nostro obiettivo infatti è quello di realizzare una serie di  iniziative – e non mi riferisco solo alle manifestazioni – che possano incentivare il commercio dianese.”

L’obiettivo non dichiarato dalla presidente, ma sul quale Franca Weitzenmiller spera molto, è quello di potersi presentare davanti all’Amministrazione Comunale di Diano Marina con una serie di proposte che uniscano tutti gli operatori e siano volte a migliorare il “pacchetto” che Diano Marina può fornire ai turisti.

Il tutto allo scopo di incrementare sempre di più l’afflusso di visitatori e magari ampliare anche la stagione turistica in modo che non sia soltanto limitata al periodo estivo, a Pasqua e Natale, ma anche in altri periodi.

Si tratta, soprattutto di essere coesi, e di fornire ai rappresentanti degli operatori commerciali, un forte mandato per collaborare con l’Amministrazione comunale al fine di lavorare insieme ad un unico progetto di valorizzazione del territorio.

Obiettivo non facile in visto che  spesso, il Comune viene individuato un po’ come un antagonista, un soggetto che non tollera violazioni ai dehors e che fa multe  a tutto spiano inasprendo i rapporti.

Una visione ovviamente parziale che ha sempre provocato qualche divisione, che oggi, per il bene collettivo e il futuro di Diano Marina deve finire.

E’ tempo che tutti dal Comune agli  operatori commerciali e turistici, inizino a remare in un’unica direzione per non disperdere quell’incremento di presenze turistiche che nell’ultimo anno è aumentato del 6,2%.

Per questo motivo, partecipare alla riunione di domani sera è molto importante. Una riunione alla quale sono invitati non solo gli aderenti della Confcommercio ma tutti gli operatori economici della città di Diano Marina, perché da qui potrebbe nascere qualcosa di importate e duraturo per la città.