Giovedì 14 Dicembre 2017 alle ore 17.30  in via De Magny n.4, Imperia ( da Piazza De Amicis in direzione della fabbrica Agnesi),  a cura dell’ ‘Associazione culturale ApertaMente Imperia verrà presentato il libro

“Contadini senza terra”

di  Fulvio Belmonte

 

Dialogherà con l’autore Emanuela Rotta e la lettura di alcuni brani tratti dal libro sarà curata da Marco Galeotti

Un paese dell’entroterra, nella Liguria di Ponente. Un nonno, un figlio, un nipote: tre generazioni le cui vicende, comuni e simili a quelle di molti altri, negli alti e bassi dell’esistenza quotidiana, incrociano, seppure di sbieco, la storia del Novecento. Dall’emigrazione stagionale verso i vigneti della Provenza nei primi anni del secolo scorso alla crisi economica degli Anni Trenta. Dalle privazioni e dall’oppressione burocratica del periodo fascista e bellico all’avvento del miracolo economico, che cambia anche la vita dei contadini, consente loro di intravvedere un futuro migliore per i figli, con il timore, però, di vederli partire per sempre.

“Ѐ la storia di un’Italia contadina e laboriosa, umile ma non servile, resistente a ogni fatica e alle molte vessazioni, silenziosa di fronte ad esse ma non così cieca da non vederne l’ingiustizia e non coltivare la pur illusoria speranza di liberarsene. Questo breve, delicato libro è l’epopea della modestia generosa e della fedeltà affettuosa: modestia generosa di chi ambisce il meglio non per sé ma per i figli e i nipoti e non risparmia a sé, per loro, privazioni e fatiche; fedeltà affettuosa di chi ama la propria terra, vi ha piantato o ritrovato le proprie radici …” [dalla Prefazione di Vittorio Coletti].