Secondo un recente studio pubblicato da Unioncamere, in Liguria tanti giovani hanno deciso di investire in imprese agroalimentari (agricole
e industria alimentare). Dai dati analizzati (aggiornati al mese di giugno) emerge che siano 857 le aziende guidate da under 35,pari al 7,2% sul totale dell’agroalimentare.
Numeri che evidenziano un aumento, rispetto all’anno scorso, del 10,4%, con un trend superiore a quello nazionale (+6,8%).
Nella classifica delle regioni, la Liguria si piazza al quarto posto dopo Sardegna, Basilicata e Lazio per variazione % tra il 1° semestre 2016 e 2017 (+10,4%), e all’ottavo posto per incidenza delle imprese giovanili sul totale dell’agroalimentare (7,2%).
A livello provinciale è Imperia ad avere il maggior numero di imprese giovanili che operano nel settore, 290, con una crescita
rispetto ad un anno fa del 13,7%: l’incidenza sul totale dell’agroalimentare è pari al 7,0%.

Quasi il 65% è costituito da imprese floricole e oleifici.

Enrico Meini Presidente Confartigianato Imperia