I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Alessandria, nell’ambito della vigilanza verso le attività di trasporto dei rifiuti, hanno sottoposto ad ispezione due aziende della Provincia dedite alla movimentazione su strada dei rifiuti allo stato liquido.

Visionando la documentazione obbligatoria per legge presente nelle due aziende, sono state rilevate diverse inesattezze. Nello specifico, è stata rilevata l’inappropriata attribuzione dei codici identificativi dei rifiuti (standardizzati per tutto il territorio europeo) sui formulari identificazione rifiuto presenti a bordo dei mezzi durante i viaggi. In tale modo, dal punto di vista amministrativo e commerciale, verrebbero snaturate le caratteristiche qualitative di quanto trasportato che pertanto potrebbe finire in siti non idonei a riceverlo.


I due rappresentanti legali delle aziende sono stati sanzionati amministrativamente per l’inesatta compilazione di tali documenti per un totale di circa 5.000 euro.