Martedì 17 ottobre alle 21 nel salone del seminario la lezione magistrale del nostro vescovo Mons. Vittorio Francesco Viola ha dato avvio all’anno accademico 2017-2018 della Scuola Diocesana di Teologia.

Credo nel valore di questa scuola, come servizio dato a tutta la diocesi, ha detto mons. Viola, un luogo dove possiamo approfondire la nostra fede e darne ragione per crescere in un rapporto saldo con Dio”.


Il tema della prolusione è stato lo “Spirito Santo e Liturgia” nel quale ha cercato di descrivere l’azione dello Spirito, come dono nella Scrittura, come realtà che si manifesta nell’azione liturgica e sempre in essa il suo dinamismo pneumatologico.

Tutto è sotto l’azione dello Spirito, ha concluso il vescovo, esso agisce in profondità nell’azione celebrativa. Le riflessioni che abbiamo fatto questa sera ci permettano di affrontare questo anno di studio con il desiderio di poter facilitare la paraclesi (l’invocazione) dello Spirito in noi: desiderio di renderci sempre più docili alla sua azione per poter conoscere Gesù Cristo e l’immagine del volto del Padre in Gesù Cristo sia per noi splendente”. Il direttore della scuola don Maurizio Ceriani, ha ringraziato il vescovo per la sua presenza e il dono della sua parola e ha sottolineato “quanto chi frequenterà la scuola, nata dall’intuizione di un sacerdote diocesano mons. Pino Scabini, abbia sempre di più il desiderio di conoscere sempre di più e sempre meglio il Signore Gesù attraverso la contemplazione dei misteri della nostra fede”. 

Fabio Mogni