Lo scorso 14 ottobre è stata presentata al Teatro Verdi di Montecatini Terme la nuova guida Slow Wine 2018, che tradizionalmente non si limita a recensire i vini attraverso la sola degustazione, ma documenta le visite effettuate presso tutte le aziende censite al suo interno e gli incontri avvenuti con i produttori presso le loro vigne e cantine.

Spicca la crescente attenzione per il nostro Timorasso, come riportato nella scheda della regione Piemonte: “È stato come sempre un vero piacere degustare il Timorasso nelle sue diverse versioni; un’enclave piccola che, ne siamo certi, continuerà a regalare grandi soddisfazioni in futuro”. Sono ben 17 le aziende del Consorzio di Tutela Vini Colli Tortonesi presenti nell’edizione 2018, quasi il 40% delle aziende associate. Un dato, questo, che premia le tante realtà della nostra zona attente non solo alla qualità del prodotto, ma anche al legame con il territorio, al rispetto dei valori organolettici e all’ambiente.


Nel pomeriggio, nella suggestiva cornice delle Terme Tettuccio di Montecatini, si è tenuta la più grande degustazione dell’anno di vini, con oltre 1.000 etichette delle 500 migliori cantine presenti nella guida.

Del nostro territorio erano presenti diverse aziende che hanno ricevuto, con i loro Timorassi, il riconoscimento di Vini Slow, ovvero vini di ottima qualità organolettica, con caratteri legati a storia e ambiente, rispettivamente per: Colli Tortonesi Timorasso Pitasso 2015, Colli Tortonesi Timorasso Fausto 2015, Colli Tortonesi Timorasso Derthona Muntà l´è Ruma 2015 e Derthona 2015.

Sempre a Montecatini, nella giornata precedente, venerdì 13 Ottobre, durante la fiera Food&Book si è tenuta la finale del campionato nazionale del Salame, promossa dall’Associazione 5T con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole; in gara due nostre eccellenze: il Salame nobile del Giarolo e il Salame cucito di Terre di Sarizzola, che hanno riscosso notevole successo dalla giura ma anche dal pubblico presente in sala.