LA CHITARRA IN ITALIA

È il titolo del catalogo concernente l’esposizione organizzata in occasione del Concorso di Chitarra Classica, voluto da Michele Pittaluga or è mezzo secolo, aperta a Palazzo Cuttica – via Parma 1, Alessandria – dal 25 settembre al 5 novembre 2017.


La Chitarra in Italia richiama il lavoro di Lorenzo Frignani, Anna Radice, Tiziano Rizzi liutai di professione, studiosi ricercatori impegnati particolarmente alla storia degli strumenti a pizzico, del suo sviluppo, dalle origini ai nostri giorni.

Il lavoro contenuto nel compendio, perché di compendio si tratta, è un parte di storia, la più vicina a noi  nel tempo, con inizio dal periodo in cui la chitarra ha incontrato la sua massima espressione nelle sei corde, anche se lo stesso Dante, nel Purgatorio al canto secondo versi 76 ÷ 117 della sua Divina Commedia, incontra il musico Casella il quale, secondo alcuni studiosi, … diede suono a madrigali, … composti … con si bella citarra ..

Le pagine riportano precisi riferimenti avvenuti nel corso del tempo durante i quali è maturata l’arte in ogni forma, dunque anche quella dello strumento.

Ogni esemplare commentato è inquadrato nel suo contesto epocale, i particolari sono raffigurati con stupende illustrazioni; sono evidenziati rigorosamente i valori tecnici: insomma un lavoro di tutto rispetto, degno di elevare i contenuti ad un volume indispensabile nella libreria degli addetti ai lavori, utile agli appassionati, importante per la puntuale, meticolosa ricerca mirata dagli autori.

La prefazione, del concertista Angelo Gilardino, apre il volume, seguito da un’esplicativa introduzione; le pagine seguenti soffermano l’attenzione sulle viarie scuole di liuteria dalla piemontese, a quella lombarda, alla tosco-emiliana, fino a giungere all’area napoletana, nel cui contesto sono descritte le caratteristiche costruttive di ciascun esemplare, accompagnato da immagini davvero sorprendenti, comprese le entità dimensionali: queste ultime trovano simultaneamente spazio alla pagina 152, per essere immediatamente comparati gli uni con gli altri dal lettore.

Le esaurienti descrizioni sono riportate in lingua italiana; nella pagina accanto v’è la traduzione in lingua inglese.

L’Indagini geometriche relative ai profili delle tavole armoniche, unitamente alle conclusioni, alla selezione bibliografica, i ringraziamenti concludono la pubblicazione, stampata da L F Edizioni – Modena. 

                                                                                     Franco Montaldo