Caro Direttore,

vorrei potere esprimere il mio parere, se me lo consente, circa quanto è avvenuto durante l’ultimo Consiglio Comunale.


Vi è da dire, innanzitutto, che l’affermazione scritta nel Comunicato del Partito Democratico: “Chiaramente tutti i filmati messi in circolo dai 5 stelle riportano solo ed esclusivamente il momento in cui il Capogruppo Picchi si è avvicinato a Bottiroli, tralasciando tutto il resto”, non corrisponde al vero in quanto su Youtube è presente il filmato dell’intera seduta di Consiglio (circa 2 ore e 35 minuti e visibile al seguente link https://www.youtube.com/watch?v=zuZqcDtiEiE ).

Vorrei, con il mio pensiero, andare oltre al “tira e molla” scrittorio , che seguirà nei prossimi giorni sui giornali, atto a giustificare entrambe le parti ed al classico “scarico” di colpa. Vorrei, invece, potermi soffermare e ragionare pacificamente ed a mente sgombra circa l’atto che tutti noi abbiamo visto, senza essere messo al muro con una mano al collo (sic).

Premetto che, non essendoci più un unico partito, quando la cittadinanza è chiamata alle urne è fisiologico che vengano eletti gruppi politici che, in base ai voti ed alle preferenze guadagnati, formano la maggioranza e la minoranza. E’ normale quindi che gli eletti dovranno “scontrarsi” dialetticamente fra loro nell’interesse dei cittadini.-

Inoltre, toni accesi, fogli lanciati, parole pungenti e gestualità fanno parte della cosiddetta “ars oratoria” ciceroniana, atta a dare fermezza e peso a quanto sostenuto. Ma la violenza, l’aggressione e la prepotenza nei confronti di un’affermazione anche se accesa, ma ferma nella normale dialettica, fa parte di un periodo storico non remoto, cui il Partito Democratico si è sempre fatto paladino nel volerlo cancellare.

A quanto si dice nel comunicato del P.D., anche se la minoranza ha voluto strumentalizzare certi temi, ha usato termini duri e provocatori, ha chiesto di fare cose non conformi al regolamento, nessuno autorizzava il Consigliere Picchi a “mettere al muro” il Consigliere Bottiroli. Checchè se ne dica, foto e video parlano chiaro!

Si ricorre alla violenza per difenderci quando si è seriamente minacciati da grave pericolo. Non per queste cose! Nelle Aule deve, assolutamente ed imperativamente, vigere il principio della dialettica. Non penso proprio che al Consigliere Dott. Picchi manchi tale dote!

Io, in 32 anni che vivo a Tortona, pur avendo visto amministrazioni di tutti i colori politici, mai ho avuto modo di vedere cose del genere. E non mi sento, da cittadino tortonese, degno di essere rappresentato da un politico che sostituisce la violenza alla parola.-

Mi pare cosa buona e giusta che il Dott. Picchi rassegni le proprie dimissioni da Consigliere, visto che chi ricorre alla violenza ben poco ha da consigliare (perdonate il gioco di parole ed il sarcasmo).

Mi auguro che non vi siano più simili gesti e che vengano presi gli opportuni provvedimenti.

Ringraziando per lo spazio concessomi e per l’attenzione, saluto molto cordialmente.

Pier Paolo F.G. Liuzzo