“Don Fulvo Sironi per noi è stato e sarà sempre un grande parroco. E’ un grandissimo dispiacere per tutta la comunità pozzolese il fatto che vada in un altro paese a svolgere la sua missione pastorale. Pozzolo difficilmente potrà dimenticare la sua opera pastorale nella comunità e quello che ha rappresentato e che rappresenta tuttora per noi.”

Queste le toccanti parole pronunciate dal sindaco di Pozzolo, Domenico Miloscio, domenica 17 settembre, in occasione della celebrazione dell’ultima Messa nella chiesa di San Martino da parte del parroco don Fulvio Sironi. Con un auspicio, praticamente impossibile, alla fine: “In cuor nostro auspichiamo che la Curia di Tortona torni indietro nei suoi passi e che ci lasci ancora per molto tempo don Fulvio a dirigere la chiesa di Pozzolo.” Il vescovo di Tortona ha infatti deciso di trasferire don Fulvio Sironi, parroco di San Martino di Pozzolo e di San Marcello nella frazione Bettole, alla parrocchia di Volpedo.


Nello stesso tempo a Pozzolo verrà mandato don Costantino Marostegan, parroco a Castelnuovo Scrivia delle due parrocchie dei SS. Giovanni e Paolo e di quella intitolata a San Giovanni Battista. Inoltre parroco di Molino dei Torti, Guazzora ed Alzano. Entro il prossimo 26 novembre gli subentrerà Don Paolo Caorsi, attualmente parroco a Pontecurone. In quanto a don Costantino Marostegan diventerà parroco a Pozzolo il 25 novembre. Don Costantino Marostegan torna quindi nel paese in cui è cresciuto e dove vive ancora la madre, Maria Agnese.

Data la mancanza di sacerdoti, in seguito alla crisi di vocazioni che attanaglia il mondo della chiesa, diventerà parroco anche di San Nicolò, subentrando a Don Graziano Pepe che assumerà la guida della parrocchia di Basaluzzo. Don Pepe, parroco a San Nicolò di Pozzolo dall’ottobre del 2014, raccoglierà quindi l’eredità di don Aldo Tacchino che a Basaluzzo è stato parroco per oltre vent’anni e che è deceduto poco meno di un anno fa. Don Costantino Marostegan a Castelnuovo Scrivia si è segnalato per il nuovo impulso dato alla vita dell’oratorio e per la fondazione del centro di aiuto alla vita diventato, in dieci anni, punto di riferimento di un territorio che va dalla Bassa Valle Scrivia al Tortonese ed alle valli.

Un centro di aiuto alla vita che segue un centinaio di famiglie in difficoltà economiche e quelle donne al bivio fra l’aborto e la continuazione della gravidanza. Ma, logicamente, a Pozzolo la notizia del trasferimento di don Sironi ha provocato notevole dispiacere, don Sironi era parroco di San Martino da ventitre anni. Come ha ricordato il sindaco di Pozzolo, Domenico Miloscio, don Sironi in questo periodo di tempo “ha saputo costruire in Pozzolo una chiesa più forte di quella che ha trovato, instaurando un rapporto di amicizia con i parrocchiani, con le famiglie, con tutti i cittadini. La presenza sempre massiccia di parrocchiani durante le sue funzioni religiose ne è una testimonianza. I tanti giovani che domenica erano presenti alla processione hanno dimostrato l’attaccamento a don Fulvio ed a quanto di buono e di grande ha saputo realizzare con il suo oratorio in questi anni.” Oltre ai giovani, ovviamente, c’era tutta la comunità a ringraziare don Fulvio per i suoi ventirre anni di parroco a San Martino ed a dimostrare l’attaccamento nei suoi confronti. Il sindaco di Pozzolo ha concluso il suo saluto affermando: “Siamo convinti che don Fulvio saprà farsi apprezzare dai suoi nuovi parrocchiani e che gli stessi sapranno accoglierlo nel migliore dei modi.”

Maurizio Priano