Investire oggi per poter vincere domani, anche se questo significa sacrificare un po’ il presente: potremmo rendere così la situazione del Piemonte in relazione alla diffusione della banda larga e dunque della digitalizzazione. Nonostante questo sia un settore non particolarmente sviluppato in questa regione, gli attori pubblici e privati stanno comunque pianificando degli investimenti a medio termine che renderanno presto il Piemonte una regione molto all’avanguardia per quanto concerne la banda ultra larga. Anche perché la creazione di infrastrutture in grado di mettere a disposizione connessioni Internet molto potenti e veloci, consentirà anche di sfruttare tutto il potenziale degli open data e dei big data: una mission impossibile senza il supporto della banda ultra larga.

 

Piemonte: qual è la situazione in merito alla banda ultra larga?


 

Si parte da una doverosa premessa: la penetrazione della banda ultra larga in Piemonte è ancora frammentata e poco presente sul territorio, dunque non può ovviamente essere considerata come soddisfacente per quelli che sono i piani della regione, e per quelle che sono le ambizioni dell’Agenda Digitale Piemonte. Nonostante questo, pur non essendo ancora possibile lavorare con i big e gli open data, in Piemonte sono attualmente presenti offerte per l’ADSL come quella di Vodafone, che si dimostrano molto buone e che consentono ottimi standard di lavoro. Ma le soluzioni per il futuro si trovano proprio all’interno della suddetta Agenda digitale: una sorta di contenitore che ospita strategie ed investimenti da effettuare nel campo della digitalizzazione e della diffusione della banda ultra larga.

 

Agenda Digitale Piemontese: strategie e investimenti

 

L’Agenda Digitale del Piemonte punterà forte su tre aspetti: aumentare la diffusione, la copertura e la velocità della banda ultra larga in tutto il territorio, digitalizzare le Pubbliche Amministrazioni, e favorire (oltre che incentivare) il passaggio delle aziende dall’analogico al digitale, dunque aiutandole a dotarsi delle nuove tecnologie informatiche e di connessioni di livello. L’obiettivo è ovviamente quello di spingere il Piemonte verso la modernità, potenziandone l’economia e semplificandone la burocrazia. Nello specifico, la digitalizzazione delle PA consentirà ai cittadini di accedere via web ai portali delle amministrazioni, così da poter richiedere documenti e quant’altro in modo agile e veloce.

 

Non solo banda larga: ecco i voucher per le aziende

 

Non solo Piemonte, non solo banda ultra larga. Anche il governo si sta impegnando a fondo per consentire all’Italia di entrare di diritto nel nuovo millennio, soprattutto economicamente ed imprenditorialmente. Da qui l’idea di promuovere dei voucher a fondo perduto da consegnare alle aziende, che potranno sfruttare questo denaro per digitalizzarsi, per dotarsi di una connessione business, e soprattutto per snellire la logistica installando finalmente software e hardware di ultima generazione. Parliamo di un investimento da 100 milioni di euro che consentirà al nostro Paese di fare un salto in avanti notevole.