Importanti provvedimenti sono stati presi ieri dal Consiglio provinciale di Imperia, tutti all’unanimità. Nella riunione  è stata approvata la variazione del Bilancio di previsione conseguente all’arrivo da Roma di oltre un milione di euro (1,558.000 per l’esattezza) vincolati alla viabilità. <Si tratta di fondi del Governo che arrivano alla Provincia grazie al grande lavoro dell’Unione delle Province d’Italia (Upi) al cui direttivo partecipo da alcuni mesi e in virtu’ delle sollecitazioni, anche dirette, fatte ai  rappresentanti dei Ministeri romani – dice con soddisfazione il Presidente Fabio Natta –  lo stanziamento servirà a dare ossigeno a un settore fondamentale per la collettività e ci consentirà a breve termine di porre in essere interventi fondamentali di manutenzione straordinaria >.

La riunione consiliare ha riservato decisioni importanti anche per altri motivi. E’ stata approvata all’unanimità la bozza di convenzione con la Regione per il trasferimento di immobili : in particolare la Provincia cede alla Regione la propria parte del palazzo dell’ex Genio Civile e dell’edificio che ospita il Provveditorato agli studi, e ottiene dall’Ente di Piazza De Ferrari la piena ed integrale disponibilità della sede storica di piazza Roma. L’accordo prende lo spunto dalle recenti normative che hanno decretato il passaggio alla Regione di alcune funzioni (e quindi del relativo personale) che erano della Provincia. Il Presidente Natta commenta: <Si tratta di un’operazione che consente a Provincia e a Regione di non avere piu’ in condominio locali  in cui lavorano i dipendenti dei due Enti, e che permette quindi di concentrare il rispettivo personale nello stesso edificio. Per noi si tratta di un’operazione che acquisisce un significato particolare perché ci consente di tornare nella piena ed integrale disponibilità dell’importante sede di piazza Roma>.


Il Consiglio provinciale ha anche approvato all’unanimità la revisione straordinaria delle partecipazioni. La pratica, illustrata dal consigliere delegato Domenico Abbo (sono intervenuti anche i consiglieri Alberto Biancheri, Luigino Dellerba, Giacomo Chuappori e Giacomo Pallanca) , prevede in particolare il mantenimento della quota di maggioranza (84%) nella Riviera Trasporti spa nell’attesa che sia compiuta la gara d’appalto il servizio di trasporto pubblico e quindi si rinvia ogni decisione in merito al Piano di razionalizzazione periodica nel 2018; fronte della Spu (Società di promozione dell’Università) è stato delegato il Presidente della Provincia a sollecitare un incontro con l’Università di Genova e la Regione per individuare il percorso da attuare finalizzato alla cessione della quota azionaria di competenza garantendo la continuità del servizio.

Al proposito Fabio Natta commenta: <La Provincia non vuole ne’ abdicare al suo ruolo in questo delicato momento che interessa il trasporto pubblico locale  ne’ rinunciare a tentare di salvaguardare in ogni possibile modo il polo universitario >. Tra le pratiche approvate all’unanimità c’è anche quella che riguarda l’integrazione del Piano di dimensionamento della rete scolastica e di programmazione dell’offerta formativa della scuola secondaria di secondo grado: dall’anno scolastico 2018-2019 l’Istituto “C. Colombo” di Sanremo potrà istituire l’indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni” per l’articolazione “Informatica” e attivare l’articolazione “Relazioni internazionali per il marketing”.