Domenica 17 settembre Serravalle Scrivia ospiterà una tappa della “Pedalata Longa per i Diritti Umani” di Vittorio Barbanotti.

Nel contesto della “Festa da Cuntrò ‘d Sua”.


 

Domenica 17 settembre, nel contesto della “Festa patronale da Cuntrò ‘d Sua”, Serravalle Scrivia ospiterà una tappa della “Pedalata Longa per i Diritti Umani”, l’impresa che Vittorio Barbanotti porta avanti dal 9 settembre. Il ciclista verrà accolto nella mattinata di domenica dall’Amministrazione Comunale che attesterà ufficialmente il suo passaggio e gli offrirà ristoro e ospitalità per la notte.

Vittorio Barbanotti è partito con la sua “Pedalata Longa per i Diritti Umani” lo scorso 9 settembre 2017 dal Comune della Città di Rho e concluderà l’impresa, dopo aver toccato 38 città per altrettante tappe, il 28 ottobre a Strasburgo, sede del Parlamento Europeo per i Diritti Umani. Qui incontrerà le Istituzioni parlamentari della città per poi recarsi, a impresa terminata, a Bruxelles e incontrare la delegazione italiana dei Parlamentari Europei.

Chilometri su chilometri con l’intento di sollecitare le amministrazioni comunali, provinciali e nazionali, a chiedere nelle scuole un momento di incontro per la discussione e la conoscenza della Dichiarazione dei Diritti Umani, che si avvia ormai al compimento del suo 68° anniversario e la cui applicazione urge oggi più che ieri.

“Basti pensare agli episodi di bullismo ai danni di disabili e coetanei dentro e fuori le scuole- ha detto Barbanotti- alla violenza sulle donne e al femminicidio, a fenomeni crescenti come l’omofobia, alle condizioni di molti migranti o rifugianti non accolti e abbandonati al loro destino; ed ancora, alla condizione delle nostre carceri, dove vige una situazione di illegalità strutturale; agli episodi di tortura, il linguaggio violento in politica e sui social network”.

L’iniziativa è organizzata dal Comitato Diritti Umani di Milano e dal Coordinamento Nazionale per la Promozione e Protezione dei Diritti Umani.