I Carabinieri della Stazione Alessandria Principale hanno denunciato per lesioni, violenza  privata e danneggiamento aggravato un cittadino dominicano di 29 anni, pregiudicato. La denuncia scaturisce dal pestaggio subito da un uomo, operatore dell’AMIU, da parte del dominicano, avvenuto alle 22.30 circa del 10 settembre in via Alessandro III. Quella sera la vittima stava lavorando e mentre era fermo in via Alessandro III notavo il dominicano che litigava con una ragazza e diceva allo straniero di vergognarsi  perché stava mettendo le mani addosso a una donna, dicendo anche che avrebbe chiamato i carabinieri per richiedere una pattuglia.

A quel pugno si scatenava la violenza del dominicano che colpiva con un pugno in pieno volto l’operatore dell’AMIU, il quale cadeva a terra mentre l’aggressore continuava a colpirlo al volto e al corpo con calci e pugni. In quel frangente interveniva un uomo che notava tutta la scena e bloccava il violento, il quale prima di scappare prendeva il cellulare della vittima e lo distruggeva gettandolo con forza per terra, allontanandosi poi a piedi mentre la ragazza nel frattempo si era allontanata a bordo di un veicolo.


La vittima veniva trasportata presso il pronto soccorso cittadino dove veniva curato e trattenuto in osservazione e poi dimesso con sette giorni di cure, ma l’aggressione era stata molto violenta, tanto che l’uomo non ricorda niente di quello che è accaduto se non che vedeva due persone litigare, un uomo e una donna, e stava per chiedere l’intervento dei carabinieri. A seguito delle testimonianze, i militari iniziavano le indagini restringendo il campo a poche persone e proprio il 29enne dominicano veniva riconosciuto senza alcun dubbio come l’autore dell’aggressione. Veniva quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria.