Lo abbiamo scritto oggi in QUESTO ARTICOLO che era emergenza idrica a Villa Faraldi, ma non potevamo certo immaginare quello che è successo oggi pomeriggio, venerdì 11 agosto, e cioé che il camion cisterna dei Vigili del Fuoco di Imperia che stava per andare a rifornire le cisterne del paese ridando finalmente l’acqua potabile ai abitanti dopo quasi due giorni a secco, si rompesse mentre percorreva la salita per raggiungere il paese.

“Rottura del cambio del camion – ci hanno detto – purtroppo viene utilizzato così poco che…”


E’ stato un miracolo che i Vigili del Fuoco – che erano ormai giunti a metà strada – siano riusciti a fare dietro front rientrando a fatica in caserma. Il camion “è andato” e non può effettuare salite.

Naturalmente è partito l’allarme ed è stata avvisata la centrale regionale di Genova che ha fatto partire un autocisterna dal capoluogo, ma soltanto sabato mattina – forse –  sarà possibile riempire l’acqua delle cisterne e ridare un po’ di vivibilità ai 450′ abitanti di Villa Faraldi e delle sue frazioni che da oltre 48 ore sono senz’acqua.

Il sindaco Corrado Elena aveva avvisato dell’emergenza , ma siccome i tempi si protraevano troppo aveva chiamato il prefetto Silvana Tizzano esponendo la gravità della situazione. Quest’ultima stamattina aveva dato disposizioni ai Vigili del Fuoco di Imperia di intervenire e tutto sembrava andare verso la soluzione, ma  gli abitanti di Villa Faraldi devono essere sfigati, perché non capita tutti i giorni che un’autocosterna si rompe prioprio mentre sta portando soccorso.

Sabato sera c’è la festa del paese e a Villa Faraldi arriveranno numerose persone, ma tutto dovrebbe essere a posto.

Sfiga permettendo, ovviamente.