Doppio furto sventato da parte dell’Unità Gamma di Tortona ai danni delle concessionaria di automobili “Visauto” lungo la statale per Voghera.

Nel secondo caso il furto non è andato a segno grazie all’intervento personale del poliziotto privato che con grande sprezzo del pericolo, nel cuore della notte, ha visto tre ladri e gli ha puntato addosso una torcia, mettendoli fuga.


Ma andiamo con ordine raccontando quello che è accaduto a partire dalle 23 di lunedì sera.

Sono le 23.03 e alla centrale dell’Unità Gamma (nella foto) dall’impianto a videosorveglianza presso la concessionaria Visauto si notano 4 individui all’interno del piazzale auto tra l’officina e lo showroom.

Immediatamente la sala operativa provvedeva ad inviare sul posto la pattuglia in zona dando l’allarme chiamando i Carabinieri della Compagnia di Tortona

La pattuglia sta arrivando ma i ladri che forse si erano accorti di essere stati visti si danno alla fuga a bordo di un auto verosimilmente avvisati da un palo.

L’ agente dell’Unità Gamma giunto sul posto comunica la presenza di almeno 2 mezzi aperti: si tratta di due fiat ducato cassonati. L’agente comunica che i 4 individui hanno asportato la targa da una fiat panda, installandola successivamente su una jeep renegade.

La notte procede tranquilla fino alle 3.35 quando l’agente di ronda presso Visauto comunica la presenza di un uomo nascosto dietro i binari del treno nei pressi del sito. Lascia l’auto di servizio e effettua un controllo a piedi. Oltrepassati i binari nota la presenza di almeno 3 uomini di cui uno con la torcia. All’ordine di fermarsi, i tre spengono la torcia e si danno alla fuga, salendo su un’auto poco distante.

Immediatamente giungono sul posto anche i Carabinieri, avvisati dalla Centrale che insieme all’agente dell’Unità Gamma provvedono ad ispezionare le zone circostanti senza pero’ riscontrare traccia dei malviventi.

Una notte movimentata che il titolare dell?Unità Gamma commenta così: “Credo – dice Davide Grillo – che ormai siamo di fronte ad una situazione dove non si possa mai abbassare la guardia. I nostri ragazzi hanno dimostrato ancora una volta la professionalità ed il senso del dovere rimanendo concentrati e operativi. Credo che si meritino un grande plauso per la perseveranza e l’abnegazione.”