Dal 12 giugno al 7 luglio si è svolto presso l’Oratorio San Matteo di Tortona il consueto Grest, iniziativa ormai fondamentale per la Parrocchia e che quest’anno ha presentato molte novità al suo interno, a partire dall’inserimento di nuovi animatori che hanno sperimentato cosa vuol dire essere responsabili di più di 40 ragazzi per settimana. Il tema generale di quest’anno era “Fuori di Tenda”. Come dice il sussidio a cui gli animatori hanno fatto riferimento per preparare le varie attività, “fuori di tenda non richiama solo a essere un po’ folli (“Fuori di testa”) o innamorati (“Fuori di te”): vuol dire anche uscire fuori. C’è l’invito di Papa Francesco ad andare verso gli altri, nelle periferie del mondo, con una motivazione chiara: è l’andare che parte da qualcosa che è giunto per primo dentro di me.”

 

Il ruolo del Grest, in primis, è creare uno spazio in cui i ragazzi possano stringere amicizia, confrontarsi e instaurare un legame di fiducia fra loro e con i più grandi (animatori, collaboratori…). Sottoposti alla guida e alla supervisione degli animatori, i ragazzi si sono divertiti con vari giochi, canti, attività manuali e uscite, ma non sono mancati momenti di formazione, di riflessione e di preghiera.


Questi ultimi sono stati integrati da alcuni filmati che ci hanno guidato durante le quattro settimane. Ogni video conteneva una parola-chiave che ci è servita come punto di partenza per analizzare i valori del cristianesimo e la loro attuazione e attualizzazione nella vita quotidiana.

Nel corso delle quattro settimane i ragazzi hanno avuto l’occasione di recarsi al “Parco Avventura” di Salice Terme, provando il brivido e l’ebbrezza di camminare sospesi da un albero all’altro; significativa è stata l’uscita a Rivanazzano in occasione della manifestazione organizzata dalla Pastorale Giovanile di Tortona “Mondoratori”, iniziativa che ha entusiasmato i ragazzi e li ha aiutati a diventare un gruppo ancor più affiatato e unito oltre che a metterli in contatto con altre realtà oratoriali; interessante e affascinante è stata la visita al “Planetario e Osservatorio astronomico di Ca’ del Monte”: qui i ragazzi hanno avuto la possibilità di seguire varie lezioni interattive sul sistema solare, il sole, i pianeti e sulle costellazioni visibili in questo periodo dell’anno; non potevano infine mancare le uscite in piscina a Piovera, le preferite dai ragazzi.

Nel complesso l’attività è da ritenersi conclusa con un bilancio più che positivo, ma non sono stati solo i ragazzi ad apprendere qualcosa in questo periodo: anche gli animatori hanno imparato ad essere più collaborativi e disponibili, diventando di conseguenza più grandi e maturi.

Colgo anche l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita del Grest, a partire dai genitori dei ragazzi per la fiducia che ci hanno accordato; Don Romeo e il Consiglio Parrocchiale per averci concesso gli spazi; e tutti coloro che ci hanno aiutato, supportato e incoraggiato.

Detto ciò non vediamo l’ora di riproporre quest’esperienza anche il prossimo anno e cercare di fare il possibile per migliorarci sempre di più.

Alessio Rebellato