Fino a Giovedì 3 agosto a San Bartolomeo al mare si svolge la 30esima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale “Giovani Talenti” e “Premio Rovere d’Oro 2017″  organizzato dall’Associazione Rovere d’Oro (Presidente Rita Romani Arimondo, che è iniziata ieri sera con un conrerto di beneficenza.

Si tratta di uno dei più antichi ed affermati concorsi musicali, che riunisce ogni anno nel Golfo dianese centinaia di partecipanti provenienti da tutto il mondo.


I concorrenti verranno divisi nelle seguenti Categorie: Cat. A: Pianoforte (solisti), Cat. B: Chitarra (solisti); Cat. C: Strumenti ad Arco (solisti), Cat. D: Strumenti a Fiato (solisti). I concorrenti per il Concorso Giovani Talenti verranno invece divisi in due sezioni (Sezione I: Cat. A Pianoforte, Cat. B Chitarra, Cat. C Arpa e Sezione II: Cat. A Strumenti ad arco, Cat. B Strumenti a fiato, Cat. C Musica d’insieme).

Durante la settimana del Concorso, i giurati si esibiranno sul Sagrato del Santuario di N. S. della Rovere per rendere ancor più completa l’esperienza dei giovani partecipanti e per offrire alla Città una serie di spettacoli di grandissimo spessore.

Il programma dei concerti dei Giurati del XXX Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale “Giovani Talenti” e “Premio Rovere d’Oro” (San Bartolomeo al Mare, Sagrato del Santuario di N. S. della Rovere, ore 21:30, Direttore artistico Christian Lavernier) dopi il via di stasera prosegue sabato con il Violino Virtuoso, il duo formato da Andrea Cardinale (Violino) e Alessandro Magnasco (Pianoforte). Si tratta di una formazione stabile esistente da oltre 10 anni, con oltre 400 concerti all’attivo in tutto il mondo, nota per la grande attenzione filologica, l’affiatamento e le ricercatezze dinamico-interpretative. Eseguiranno come sempre musiche composte dal Settecento al Novecento.

Cardinale, che suona un violino di Jean-Baptiste Vuillaume del 1864, è un virtuoso internazionale ed è uno dei rari violinisti al mondo che eseguono in concerto la versione integrale dei 24 Capricci di Paganini; diplomato in violino al Conservatorio di Genova, dove ha conseguito la laurea biennale di alto perfezionamento virtuosistico, ha studiato con Ruggiero Ricci, Franco Gulli, Berl Senofsky, Giuliano Carmignola e con esponenti del virtuosismo violinistico che ha come capi scuola grandi violinisti come Leonid Kogan, David Ostraich, Jascha Heifetz Michael Rabin, Nathan Milstein.

Alessandro Magnasco, anche lui genovese, vanta una pari brillante carriera: ospitato da centinaia di associazioni musicali internazionali, è direttore artistico di A.MU.S.A. e responsabile musicale della “Paganini Philarmonic Orchestra”.

“Voglio prima di tutto complimentarmi con il Comune – dice il direttore artistico  Christian Lavernier – perché, nonostante le difficoltà del periodo, continua ad investire nella Cultura. E la Cultura risponde con circa 130 iscritti, 130 famiglie che da tutto il mondo vengono a San Bartolomeo al Mare per partecipare al Rovere che, arrivando quest’anno alla trentesima edizione, si conferma come uno dei Concorsi più ambiti e longevi d’Italia. Quest’anno abbiamo ulteriormente aumentato gli importi delle borse di studio e il numero e la qualità dei concerti che vengono assegnati ai vincitori. Confermato il percorso tracciato lo scorso anno, con i concerti dei giurati, in modo che ogni sera i partecipanti al Concorso possano anche vedere e ammirare chi è che li sta giudicando. Confermata la serata finale, con l’assegnazione in diretta del Premio, anche grazie alla votazione indicativa del pubblico presente”.

“Ci attendiamo risultati straordinari – dice il Sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio Urso –  e sono certo che la qualità dei concerti sarà all’altezza della fama del Premio. Il Comune prosegue nella sua azione di costruzione del calendario di manifestazioni e piccoli eventi, con lo scopo di strutturare un modello di accoglienza adeguato rispetto al target a cui ci riferiamo. I risultati che in questi giorni sono stati pubblicati sembrano confermare che siamo sulla strada giusta. Si è appena chiuso il Festival M&T, per il quale abbiamo stimato oltre 12mila presenze in piazza. Per noi significa molto”.

“Sarà – ha concluso Maria Giacinta Neglia, Assessore alla Cultura del Comune di San Bartolomeo al Mare – il primo Rovere d’Oro libero dal rumore dei treni. Per la prima volta non dovremo coordinare concerti e esibizioni studiando gli orari perché la ferrovia è stata spostata a monte dell’abitato”.

IL PROGRAMMA DEI CONCERTI

Sabato 29 Luglio
Il Violino Virtuoso.
Andrea Cardinale (Violino) e Alessandro Magnasco (Pianoforte).

Domenica 30 Luglio
Opéra et Fantaisie.
Giuseppe Nova (Flauto) e Andrea Bacchetti (Pianoforte).

Lunedì 31 Luglio
La musica española en la guitarra.
Javier Garcia Moreno (Chitarra).

Martedì 1° Agosto
Fascinated by Argentina – La musica di Ginastera.
Atsuko Seta (Pianoforte).
La serata sarà aperta dal concerto del pianista Eugen Starodubtsev, Secondo classificato al Rovere d’Oro 2016.

Mercoledì 2 Agosto

Sur des peintures de Gustave Courbet.
Françoise Choveaux (Pianoforte).
La serata sarà aperta dal concerto del violinista Michele Pierattelli, Quarto classificato al Rovere d’Oro 2016.

Giovedì 3 Agosto
Finale Concorso Internazionale Rovere d’Oro e premiazioni.