Altro duro colpo all’attività di spaccio di stupefacenti in città da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alessandria, con un arresto e il sequestro di circa due etti di marijuana.

Infatti, i militari del  Nucleo Operativo della Compagnia di Alessandria e della Stazione di Alessandria Principale hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti Cristian Lazzara, di 26 anni e già sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale.


Alle 14.30 circa del 25 luglio, i militari in borghese si trovavano nel quartiere Cristo in servizio di prevenzione e, avuta notizia dell’attività di spaccio da parte del 26enne, decidevano di procedere alla perquisizione della sua abitazione. Il 26enne, all’arrivo dei militari in casa, mostrava subito forte nervosismo e agitazione. I militari avevano quindi motivo di ritenere che il giovane nascondesse qualcosa e perquisivano la sua abitazione in maniera meticolosa.

In bagno, all’interno di un fustino di detersivo, veniva rinvenuta della marijuana per un peso complessivo di 185 grammi  circa, mentre sul davanzale del bagno c’erano oltre tre grammi di hashish. Nella casa era anche presente del materiale da confezionamento mentre nel suo garage veniva trovato un bilancino digitale di precisione.

La droga, il bilancino e il materiale da confezionamento venivano quindi sequestrati e il 26enne, che non svolge alcuna attività lavorativa, veniva arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Al termine delle attività, il 26enne veniva accompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza direttissima svoltasi nella mattina del 27 luglio e conclusasi con la convalida dell’arresto, il rinvio dell’udienza, l’applicazione della misura dell’obbligo di dimora nel comune di Alessandria e il divieto di allontanarsi di casa dalle 21.00 alle 07.00 del giorno successivo.