Non solo controllo del territorio, ma anche pattugliamento delle coste per garantire la sicurezza dei bagnanti e non solo, nell’ottica di una presenza costante della Polizia di Stato, quale concreta applicazione della cosiddetta “Polizia di Prossimità“: questa la “mission” della Squadra Nautica della Polizia di Stato di Imperia.

“Una risorsa della Polizia di Stato importante per il periodo estivo – come afferma il Questore di Imperia dott. Cesare Capocasa – soprattutto in un territorio di rinomate località turistiche come la nostra riviera. “Esserci sempre”, a tutela della gente anche nei periodi di svago e di vacanza – continua il Questore – non è un modo di dire, ma il principale obiettivo della mio mandato, che deve tradursi concretamente in una reale vicinanza, prossimità, con i cittadini, turisti e vacanzieri, per elevare al massimo grado la percezione di sicurezza, quel sentirsi sereni e tranquilli perché sa che c’è sempre qualcuno che vigila per loro”.  


Anche quest’anno, lungo le coste delle località rivierasche di Imperia, si rinnova la presenza del personale della Squadra Nautica, tecnici abilitati alla guida dei potenti acquascooter e della imbarcazione di altura classe “Squalo”.

In particolare, gli acquascooter sono equipaggiati con motori 1800 cc, 4 cilindri, sirene ed alloggiamenti per le pistole, e sono abilitate al trasporto di 3 persone, incluso il conducente.

L’agilità e la versatilità degli acquascooter YAMAHA 1800 FX permette di incrementare l’attività di intervento della Polizia di Stato in mare: privi di elica e dotati di motore aspirato da 220 cavalli, raggiungono una velocità di 60 nodi tale da consentire agli agenti di muoversi più facilmente e velocemente, raggiungendo senza difficoltà anche la spiaggia, in assoluta sicurezza per i bagnanti; inoltre, possono intervenire in condizioni meteo marine avverse anche in presenza di mare mosso con onde di altezza fino a due metri.

A pilotarli Tecnici di Mare della Polizia di Stato altamente preparati, che hanno conseguito una specifica abilitazione presso il Centro Nautico e Sommozzatori di La Spezia.

Nel contesto del dispositivo nautico provinciale, la “VOLANTE DEL MARE” impronta la sua attività operativa al perseguimento di obiettivi quali l’attività di controllo del territorio sulla fascia costiera e sulla fascia di balneazione del mare territoriale, la vigilanza in ambito portuale, la vigilanza dal mare di obiettivi sensibili, il soccorso in occasione di sinistri e di calamità naturali, l’assistenza in occasione di manifestazioni sportive e cerimonie, i servizi di ordine pubblico, i servizi di scorta, le partecipazioni ad operazioni di polizia giudiziaria, la cura dell’osservanza delle disposizioni di legge relative alla navigazione e delle prescrizioni adottate dall’Autorità di Polizia Marittima.

I mezzi navali della Polizia di Stato sono in contatto radio con la Centrale Operativa della Questura, per svolgere l’attività di prevenzione, di repressione degli illeciti, di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, nonché di controllo su tutte le attività nautiche, mentre il collegamento con il canale di emergenza marina, consente di portare un contributo immediato e diretto alla sicurezza della navigazione, con il soccorso delle persone e delle imbarcazioni in difficoltà in collaborazione con la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera.